Quotidiani locali

cronaca

Schianto in moto a Trieste. Il giovane resta grave

Il 16enne che venerdì in viale Miramare è finito contro un albero è stato sottoposto a un lungo intervento chirurgico

TRIESTE Sottoposto a diverse ore d’intervento chirurgico, i medici stanno facendo di tutto per salvare la vita al giovane motociclista che venerdì sera si è schiantato con la sua moto in viale Miramare. Un intervento durato diverse ore a causa di un politrauma gravissimo. Le condizioni del 16enne rimangono disperate. È ancora ricoverato in rianimazione.

Era uscito di strada mentre si trovava in sella alla sua moto in viale Miramare nella serata di venerdì, intorno alle 20.30, impattando violentemente contro i supporti di un albero sul marciapiede. Gravissimi i traumi subiti, poi l’arresto cardiaco. Il giovane, J. B. le sue iniziali, era stato soccorso in tempo record dai sanitari del 118 e rianimato sul posto per diversi minuti, per poi essere trasportato in codice rosso all’ospedale di Cattinara in gravissimo pericolo di vita.

leggi anche:



Solamente 16 anni e una vita da vivere. Lo sport la sua grande passione, lo studio e gli interessi che un giovane solare della sua età può coltivare. Tra questi la grande passione per la moto. La sua Cagiva Mito 125 che il giovane adora e sulla quale purtroppo ha subito il gravissimo incidente che lo ha ridotto in condizioni gravissime. «Una persona splendida, sportivo, solare, buono. Ama la sua moto e stare all’aria aperta con gli amici. In queste ore stiamo pregando perché ce la faccia e perché i medici riescano a salvargli la vita. Sarebbe assurdo che un ragazzo della sua età se ne andasse via in questo modo tremendo», racconta un compagno di scuola del giovane, che frequenta una scuola internazionale nelle vicinanze di Opicina.



Il ragazzo era finito fuori strada in prossimità della curva del “Piccolo Mondo”, subito dopo il cavalcavia di Barcola, perdendo il controllo della sua motocicletta che ha arrestato la sua corsa in uno scontro tremendo. Il giovane biker sbalzato dalla sella era rimasto gravemente ferito, immobile sull’asfalto e privo di conoscenza. Alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena, hanno immediatamente allertato i soccorsi e sul posto sono giunte in codice rosso un’automedica con rianimatore a bordo e un’ambulanza. Già dai primissimi momenti la situazione era apparsa disperata. Oltre a un gravissimo politrauma che ha interessato la testa e il torace, il giovane era andato anche in arresto cardiaco. Dopo aver tempestivamente attivato avanzate procedure di soccorso, con rianimazione cardio-polmonare protratta per diversi minuti, i sanitari hanno disposto l’immediato trasporto del paziente in codice rosso. Intubato e adagiato sull’ambulanza che di lì a pochi secondi è partita a sirene spiegate e lampeggianti accesi. Il giovane non ha mai ripreso conoscenza.

Giunto presso il nosocomio triestino di Cattinara, il 16enne è stato immediatamente preparato per la sala operatoria e il successivo complesso intervento chirurgico. Successivamente è stato trasferito nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni rimangono gravissime. Secondo le ricostruzioni della polizia locale intervenuta sul posto con tre pattuglie del reparto motorizzato, non sarebbero rimasti coinvolti altri veicoli nell’incidente. Un’uscita autonoma di strada dunque. Ma non si conoscono ancora le ragioni. Gli agenti hanno provveduto a raccogliere tutti i rilievi per risalire alle esatte dinamiche dell’accaduto. Se le cause siano in sostanza da attribuire a una velocità non adeguata, una distrazione o un guasto. Sta di fatto che in queste ore sono tantissime le persone in pena, che sperano di rivedere presto ristabilito il giovane.

 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro