Quotidiani locali

ambulatorio in biblioteca 

Infermiere anche a San Pier Il Comune dà il via ai lavori

SAN PIER D’ISONZO. Nonostante il territorio di San Pier d’Isonzo sia ora servito dall’Infermiere di comunità di Turriaco, dotata di un mezzo di trasporto da alcuni mesi, l’amministrazione comunale...

SAN PIER D’ISONZO. Nonostante il territorio di San Pier d’Isonzo sia ora servito dall’Infermiere di comunità di Turriaco, dotata di un mezzo di trasporto da alcuni mesi, l’amministrazione comunale del piccolo centro non rinuncia ad attivare nel paese un ambulatorio infermieristico dell’Azienda sanitaria Bassa friulana Isontina.

Il sindaco Riccardo Zandomeni, che ha sempre sostenuto l’importanza del progetto, con la sua giunta ha quindi deliberato di demandare al responsabile del settore Gestione patrimonio immobiliare e territorio gli atti propedeutici per l’apertura del servizio in un locale all’interno della Biblioteca comunale. Si tratta dell’impegno di spesa per l’acquisto degli arredi necessari e per le tinteggiatura del locale, ma anche di contattare la stessa Azienda sanitaria per ottenere la disponibilità del personale da impiegare nell’ambulatorio. L’operazione comprende inoltre lo sgombero della Cisl dalla stanza individuata per accogliere il servizio e la concessione di un altro locale all’organizzazione sindacale, sempre all’interno della Biblioteca, ma al primo piano (lo spazio ora adibito a deposito del Centro giovani). La convenzione con la Cisl per l’utilizzo dell’attuale spazio è fra l’altro scaduta più di due anni fa (il 31 dicembre del 2015).

L’Azienda sanitaria lo scorso giugno ha peraltro fornito parere favorevole al progetto del Comune di manutenzione e trasformazione dello spazio in ambulatorio. Non serviranno, quindi, secondo l’ente locale, ulteriori pareri da parte di altri uffici dell’Aas visto che l’ambulatorio sarà gestito direttamente dall’Azienda stessa e non da enti privati. Il Comune prevede di dover intervenire anche per lo spostamento di arredi attualmente presenti in atrio (armadio e altri oggetti minori), nel sottoscala (sedie in plastica) e nei bagni (scaffalature). L’ambulatorio dovrà invece essere arredato con scrivania sedie, sedia prelievo, lavaocchi, armadio, nonché da un armadio nell’atrio del bagno che fungerà anche da spogliatoio per il personale (prima dell’orario di apertura dell’ambulatorio), sedie in sala attesa. Si dovrà inoltre provvedere alla tinteggiatura delle pareti della stanza.

Dalla fine dello scorso novembre, dopo che la Bcc Turriaco ha donato un’automobile

all’Azienda sanitaria, l’infermiera di comunità di Turriaco effettua il proprio giro a domicilio, dalle 12 alle 14, nelle tre giornate di presenza a Turriaco, anche nel territorio di San Pier d’Isonzo, fornendo un servizio quindi anche agli abitanti del paese. (la. bl.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro