Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Rapina a mano armata in due farmacie a Trieste

I due colpi sono stati assestati nel giro di poche ore l’uno dall’altro, nei giorni scorsi, in una parafarmacia di Strada di Fiume e in una farmacia di via Brunner.

TRIESTE Pistole in pugno e volti travisati. Due farmacie sono state assaltate da rapinatori nei giorni scorsi. Esiguo il bottino di entrambi i colpi che sono terminati con la fuga dei malviventi.

I due colpi sono stati assestati nel giro di poche ore l’uno dall’altro in una parafarmacia di Strada di Fiume e in una farmacia di via Brunner a Trieste. Il primo episodio ha visto i due rapinatori entrare all’interno dell’esercizio con le pistole spianate e i volti coperti, ordinando alla titolare presente di consegnare l’incasso. La dottoressa ha mantenuto la calma e ha aperto il registratore di cassa consegnando il denaro.

Meno di tre ore dopo, intorno alle 20, è scattato il secondo colpo. Quello in via Brunner a pochi passi dall’ospedale Maggiore. Un solo rapinatore questa volta. Stesso modus operandi: volto coperto a nascondere le fattezze, pistola spianata in pugno. Il malvivente si è parato così innanzi al farmacista dietro al bancone che ha avuto la forza d’animo di non perdere il controllo.

Non è certo che i due episodi siano collegati e che gli autori siano gli stessi, ma non lo si esclude. Nella seconda rapina infatti, a entrare all’interno della farmacia è stato un solo uomo. Ma un secondo complice avrebbe potuto attenderlo all’esterno poco lontano.  Serrate le indagini da parte delle forze dell’ordine che in ogni caso mantengono il massimo riserbo sui fatti accaduti.