Quotidiani locali

Residenti a Mariano, non si ferma l’emorragia

Scesi in 12 mesi di 34 unità, 119 in sei anni. Attualmente sono 1486. Nel 2017 cinque nascite e 26 decessi

MARIANO. A Mariano del Friuli continua senza freni l’emorragia di abitanti che in sei anni sono calati di 119 unità, passando dai 1605 del 2012 ai 1486 del 2017. Un trend negativo che nell’ultimo anno ha assunto dimensioni sempre più impietose. Rispetto al 2016 (1520 residenti) ci sono 34 abitanti in meno così distribuiti: 728 maschi e 758 femmine. Negli anni precedenti il calo era stato molto più contenuto. Diversi sono gli elementi su cui riflettere, a partire dal saldo negativo tra morti e nati . Nel 2017 ci sono state solo cinque nascite (un maschio e quattro femmine)mentre i decessi sono stati 26 (11 uomini e 15 donne ). Il saldo negativo tra nati e morti è l’elemento caratterizzante questa fase demografica a Mariano. Le persone decedute negli ultimi cinque anni sono risultate ben 114 ( 66 femmine e 48 maschi). I nati invece sono stati complessivamente solo 24.

Le cose non vanno meglio se si guarda alla differenza tra gli immigrati che si sono iscritti e coloro che si sono cancellati. Il numero di immigrati continua a calare : 77 nel 2009, 56 nel 2011, 50 nel 2016 e 40 nuovi abitanti nel 2017. Sempre più invece sono coloro che abbandonano il paese: nel 2017 sono stati 53 ( 25 maschi e 28 femmine), nel 2016 si sono cancellati in 42, nel 2014 sono emigrati in 69.

Per quanto riguarda il numero dei cittadini stranieri, di provenienza soprattutto europea, la popolazione è rimasta stabile come nel 2016 con 49 cittadini di nazionalità estera (16 maschi e 33 femmine). I dati complessivi evidenziano che il lungo periodo di crescita, durato un decennio, è soltanto un lontano ricordo.Nel 1998 i residenti erano 1565 e in pochi anni, anche grazie al boom di nuove abitazioni, si era riusciti a superare quota 1600 con ulteriori prospettive di crescita. In pochi anni tutto si è capovolto e si è manifestata una brusca inversione di tendenza. Il vistoso calo di questi anni è dovuto in particolare all’elevato numero di decessi rispetto alle poche nascite.

La notevole crescita registrata nel periodo 2000-2012 era dovuta all’arrivo di nuove famiglie in paese in un periodo in cui a Mariano e a Corona si erano realizzati in diverse aree

nuovi comparti abitativi (via Ungaretti, via Colombo, via Cavour, via Verdi, via Gorizia). Da sei anni a questa parte l’edilizia residenziale si è fermata e questo fatto ha avuto un’ incidenza in senso negativo sull’andamento demografico del paese.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori