Quotidiani locali

Arrivano i bus “porta bici” da Monfalcone a Capodistria

Scatta in aprile Inter Bike II, progetto da 200 mila euro finanziato dall’Europa L’obiettivo è collegare le ciclabili della regione con la Parenzana oltreconfine

Monfalcone sarà a breve per i cicloturisti lo snodo dove scendere dalla due ruote e salire sul bus in direzione di Trieste e Capodistria , dove imboccare la ciclabile della Parenzana. Un percorso che i “viaggiatori lenti” potranno effettuare anche in senso inverso, in direzione dell’Italia e, in particolare, di Grado. Sempre con l’area dell’ex Gaslini a funzionare da polo di interscambio.

A rendere possibile, da aprile, il nuovo sistema di trasporti transfrontaliero, all’insegna dell’intermodalità “bici+bus”, già sperimentata con successo da Trieste e Udine con Grado, è il progetto Inter Bike II, vincitore del bando Interreg V-A Italia-Slovenia. Per sviluppare le azioni il gruppo di partner, guidato dal Centro regionale di sviluppo di Capodistria e composto da Comune di Monfalcone, Agenzia di sviluppo Rod di Aidussina, Gruppo di azione locale del Veneto Orientale (Vegal), ha ottenuto un finanziamento di 800mila euro. Di questi 200mila mila sono appannaggio del Comune di Monfalcone che li utilizzerà per le finalità del progetto, promuovendo allo stesso tempo il proprio territorio sotto il profilo turistico, come spiegato ieri dal sindaco Anna Cisint in un incontro partecipato anche dagli altri partner di progetto e dalla Direzione centrale Infrastrutture della Regione. Il Centro dello sviluppo di Capodistria si è mosso a fronte dei risultati raggiunti con il primo Inter Bike (25 chilometri di nuove piste e 100 chilometri sistemati di tracciati esistenti ) e del successo dei trasporti bici più bus già attuati nel Friuli Venezia Giulia. Ma anche delle scarse possibilità di poter contare su percorsi protetti per le due ruote fino a Monfalcone, come ha rilevato per l’agenzia slovena Larisa Kunst.

Le interconnessioni riguarderanno comunque anche Cormons e Ronchi dei Legionari, mettendo quindi in contatto le due reti ciclistiche Adriabike e Alpe Adria, che collega Salisburgo a Grado. Il Comune di Capodistria dal canto suo introdurrà una linea di autobus sperimentale di biciclette tra la città e il confine di Rabuiese. «In sostanza la zona collinare del territorio comunale, da cui è facile scendere con i percorsi ciclabili esistenti – ha spiegato per il Comune di Capodistria Ivana Strkal –, ma molto meno facile salire». L’azione che riguarda il veneto e sarà gestita dal Gal del Veneto Orientale, lungo il tracciato della rete Adriabike, che arriva fino a Ravenna, consiste invece nel trasporto delle biciclette su imbarcazioni nella laguna di Venezia. Due i collegamenti via mare: il primo tra Bibione e Caorle, che accorcierà il percorso in bici sulla Adriabike, e il secondo lungo il fiume Lemene, che collegherà l’entroterra lagunare con le località costiere.

«Noi riteniamo però che Monfalcone non possa essere esclusa dall’intermodalità via mare – ha detto ieri il sindaco Cisint –. Ora oggettivamente frenati dall’assenza di fondali nel porticciolo Nazario Sauro, l’interscambio e i collegamenti via mare devono essere ripristinati non appena verrà effettuato il dragaggio del canale Valentinis e del porticciolo. Sono un tassello importante per far conoscere e valorizzare il nostro territorio e quello circostante».

A margine dell’incontro il sindaco ieri ha espresso rammarico per la mancata approvazione sul programma Italia-Slovenia della seconda fase del Progetto Julius, incentrato sull’area carsica e portato a modello della passata programmazione dalla Regione. Il Comune intende quindi sollecitare l’amministrazione regionale, perché nel paternariato da costituire per i bandi strategici di prossima uscita, in particolare in quello di Natura 2000 e infrastrutture verdi, possa essere incluso anche

Monfalcone per il completamento del Centro visite di Pietrarossa per farne uno dei suoi riferimenti regionali. Per quel che riguarda la cooperazione internazionale allo sviluppo il Comune di Monfalcone è presente intanto in Montenegro e in Argentina.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro