Quotidiani locali

maltempo

Trieste, Carso imbiancato di prima mattina, Fernetti chiuso ai tir VIDEO E FOTO

La neve ha coperto l'Altipiano dalle 4 di mercoledì mattina. Località più innevate isolate dal regolare servizio di trasporto pubblico: attivata una navetta di emergenza, alle 9 la situazione torna regolare. Confine per la Slovenia vietato ai tir fino alle 10.40. Progressivo miglioramento

Neve e gelo sul Carso triestino: la situazione a Basovizza TRIESTE La località di Basovizza, sul Carso triestino, si è risvegliata coperta da una coltre di neve nella mattina di oggi, mercoledì 7 febbraio. I fiocchi sono cominciati a scendere alle 4 del mattino e poi, nel corso della mattina, le precipitazioni sono andate esaurendosi. In questo video di Andrea Lasorte la situazione in mattinata. L'ARTICOLO: Carso imbiancato, Fernetti chiuso e bus a singhiozzo

TRIESTE Ore 8.30. Tutto da copione. In perfetta linea con l'allerta meteo emessa martedì 6 febbraio dalla protezione civile regionale, la nuova ondata di maltempo è tornata a colpire soprattutto l'Altipiano carsico, con i fiocchi di neve che sono cominciati a scendere nella notte di mercoledì 7 febbraio, fin dalle 4 di mattina.

leggi anche:

Chiuso il confine di Fernetti. I primi disagi si sono ripercossi come sempre sulla viabilità. Prima di tutto, la Slovenia ha chiuso, a causa della neve, il valico di Fernetti ai mezzi pesanti in entrata dall'Italia. La viabilità sul raccordo autostradale 14 è comunque rimasta scorrevole, fa sapere la polizia stradale, grazie ai mezzi spargisale subito entrati in azione. Alle 10.40 il valico è stato riaperto.

Autobus interrotti rimpiazzati da una navetta. Come succede ormai di consueto in concomitanza con le abbondanti nevicate (la stessa situazione si era verificata venerdì e sabato scorsi), gli autobus della Trieste Trasporti non sono stati muniti di catene per non rovinare l'asfalto una volta giunti in città.

C'è da dire però che questa volta Trieste Trasporti, a differenza del passato, ha presto attivato, sull’Altipiano, almeno una navetta munita di catene per collegare una località e all’altra del Carso che ha permesso di ridurre al minimo i disagi per scolari e lavoratori. "Nel limite del possibile abbiamo cercato di non lasciare a piedi nessuno".

La navetta di Trieste Trasporti...
La navetta di Trieste Trasporti munita di catene che ha collegato fra loro le località del Carso innevate e per questo non raggiungibili dal regolare servizio di trasporto pubblico locale

Ecco, in dettaglio, le località più innevate del Carso rimaste scollegate dal regolare servizio di trasporto pubblico locale.

Ore 6.23: Campo romano, Banne, Grozzana e Pese non raggiungibili dagli autobus di Trieste Trasporti.

Ore 6.53: Via Bonomea non raggiungibile dalla linea 38, corse limitate a largo Osoppo. Conconello e via Commerciale alta non raggiungibili dalla linea 3.

Ore 6.55: A Banne, Gropada e Grozzana è operativa una navetta.

Ore 7.34: Linea 35, Longera non raggiungibile, crse limitate a Sottolongera

Ore 7.35: Prebenico, Caresana e Dolina non raggiungibili dalla linea 40, corse limitate a Bagnoli. Area Science Park di Padriciano non raggiungibille dalla linea 51.

Ore 7.36: Linea 3, Conconello di nuovo raggiungibile, ma via Commerciale alta resta non percorribie, corse deviate per Strada Nuova per Opicina.

Ore 7.56: Linea 38 di nuovo regolare in via Bonomea.

Ore 8.05: Linee 35 e 40 di nuovo regolari.

Ore 9.19: Servizio di nuovo regolare su tutta la rete, eccezion fatta per Campo Romano, non ancora raggiungibile.

Ore 9.45: Anche Campo Romano è di nuovo raggiungibile. Tutti i percorsi sono ripristinati.

In città. Minori i disagi a Trieste, dove di prima mattina il nevischio ha subito lasciato posto alla pioggia. Le strade sono scorrevoli e pulite, come fa sapere sia la polizia locale sia, in questo post, anche il vicesindaco Pierpaolo Roberti.

Le previsioni. L'allerta meteo della Protezione civile regionale, si accenava, prevedeva già martedì sulla zona di Trieste probabili precipitazioni in genere moderate e soffierà bora sostenuta. Sul Carso, oltre i 300 metri circa, di notte e al mattino si potranno avere fasi di neve e non si esclude localmente il gelicidio, in giornata sarà ancora possibile qualche debole nevicata con bora in calo.

Precipitazioni in fase di esaurimento e progessivo miglioramento.

Temperature. Alle 12 di mercoledì l'Osmer Fvg descrive una situazione in progressivo miglioramento. Alle 11 si sono registrati +4 gradi in città, +1,5 in Carso, con temperature che tendono a salire.

Vento. Anche le raffiche di bora sono in diminuzione: se nella notte hanno toccato gli 85 km all'ora in città, a metà giornata si attestano a 60 km orari. In Carso le raffiche sono state e sono più deboli, ma la temperatura è più bassa, e nella notte è scesa di un grado sotto lo zero.

Locali gelicidi. In alcune località dell'Altipiano la neve si è trasformata in pioggia. La combinazione con le raffiche di bora ha favorito la formazione di ghiaccio, non tanto sulle strade (l'asfalto ha retto), ma sulla segnaletica stradale e sui rami degli alberi. Sempre l'Osmer fa sapere che questi fenomeni si sono verificati a Opicina, Trebiciano, Padriciano e Basovizza.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori