Quotidiani locali

Nuovi pannelli a “difesa” della Cona

In arrivo altri sei cartelloni in pvc che segnaleranno il divieto di navigazione a motore

STARANZANO. Il divieto di navigazione a motore all’interno della Riserva della Foce dell’Isonzo, ritenuto una priorità a garanzia della conservazione dell’ambiente naturale e delle specie protette, verrà evidenziato con una nuova cartellonistica sistemata nelle zone di confine, formata da sei pannelli in pvc. È uno degli ultimi provvedimenti adottati dal Comune di Staranzano, capofila nell’accordo di programma tra la Regione e i comuni di Fiumicello, San Canzian d’Isonzo, Staranzano e Grado per la gestione della Riserva naturale regionale.

Attualmente in mare aperto, in prossimità delle isolette dove nidificano gli uccelli, risultano già sistemati alcuni cartelli con i quali si invitano i diportisti a non ormeggiare e tenersi a debita distanza per non disturbare la fauna con il rumore delle barche. Di recente, inoltre, sulla strada d’ingresso alla Riserva, sono stati collocati altri pannelli che indicano invece la piantina dell’area, la sua estensione, i percorsi principali, le tappe più importanti e i sentieri per raggiungere i diversi osservatori. Il primo si trova all’inizio della strada che si incrocia con quella parallela al canale Brancolo, un’altra tabella è in prossimità della pista ciclopedonale e una terza trova collocazione verso la diga di separazione tra Isonzo e canale Quarantia.

Il Comune, nei giorni scorsi, ha adottato anche altri provvedimenti per la Riserva naturale. Innanzitutto ha affidato il servizio di monitoraggio faunistico agli esperti della Stazione biologica della Cona (la Sbic) ravvisando «la necessità di disporre di una struttura in grado di coordinare su basi tecnico-scientifiche le attività della Riserva e di raccogliere dati ed informazioni sull’ambiente e tenerli continuamente aggiornate». È stato assegnato anche il servizio di sorveglianza nella Riserva,

anche in ambito fluviale e marittimo e per il coordinamento dei volontari in attività di gestione naturalistica, compresa la pulizia di prati, ciclabili, percorsi pedonali, dai materiali spiaggiati, oltre pche per iccole opere di manutenzione su fabbricati e recinti. (ci.vi.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon