Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mandracchio off-limits alle auto nelle ore serali per una settimana

MUGGIA. Barriere antiterrorismo in cemento, chiusura al traffico del Mandracchio, potenziamento degli steward e vigili urbani in arrivo dalla provincia di Udine e Gorizia. Sono i provvedimenti...

MUGGIA. Barriere antiterrorismo in cemento, chiusura al traffico del Mandracchio, potenziamento degli steward e vigili urbani in arrivo dalla provincia di Udine e Gorizia. Sono i provvedimenti previsti dal Piano sicurezza legato alla 65ª edizione del Carnevale che, per un’intera settimana, rivoluzioneranno la vita dei residenti.

Barriere

A partire da domani verranno posizionate delle barriere in cemento in modo da realizzare un rallentamento effettivo per i veicoli transitanti lungo la via d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MUGGIA. Barriere antiterrorismo in cemento, chiusura al traffico del Mandracchio, potenziamento degli steward e vigili urbani in arrivo dalla provincia di Udine e Gorizia. Sono i provvedimenti previsti dal Piano sicurezza legato alla 65ª edizione del Carnevale che, per un’intera settimana, rivoluzioneranno la vita dei residenti.

Barriere

A partire da domani verranno posizionate delle barriere in cemento in modo da realizzare un rallentamento effettivo per i veicoli transitanti lungo la via di Trieste, ossia la via d'accesso al centro di Muggia. In entrambi i sensi di marcia verrà attivata una deviazione: verso via di Santa Barbara (per chi viene da Trieste) e verso via Frausin (per chi esce da Muggia). Nello specifico il divieto di transito in via di Trieste dall’intersezione con il cavalcavia di Santa Barbara al civico 20 di via Battisti in entrambi i sensi di marcia verrà attuato dalle 15 di giovedì 8 alle 7 di mercoledì 13 febbraio per tutte le categorie di veicoli ad eccezione dei mezzi pubblici, dei mezzi di polizia e soccorso, dei veicoli condotti da residenti e frontisti (di via di Trieste e via degli Elettricisti), e degli addetti all’allestimento dei carri allegorici nonché dei lavoratori che prestano l’attività lavorativa all’interno dell’area interdetta. L'installazione delle cosiddette barriere antiterrorismo segue dunque la sperimentazione attuata già lo scorso anno quando le forze dell'ordine, sulla scia degli atti terroristici avvenuti sul lungomare di Nizza e ai mercatini natalizi di Berlino, decisero di installare manufatti per «scoraggiare e a rendere di fatto impossibile eventuali incursioni di tir o furgoni kamikaze», sia durante le serate sia durante la sfilata dei carri allegorici e delle maschere in programma domenica. «Quest’anno però il Carnevale di Muggia dovrà adattarsi alla cosiddetta circolare Gabrielli che, dopo i fatti di Torino della scorsa estate, fornisce nuove regole precise per la gestione degli eventi che prevedono un forte afflusso di pubblico», spiega l'assessore al Carnevale di Muggia Stefano Decolle.

Mandracchio

Da domani, esempre sino a mercoledì prossimo, verrà inoltre chiusa al traffico tutta l'area del Mandracchio nelle ore serali. Una decisione questa presa per la prima volta o meglio estesa rispetto alle passate edizioni quando la giornata di chiusura si limitava solamente al sabato. «L'area è stata liberata dal traffico veicolare in quanto nel Piani sicurezza fungerà da possibile via di fuga per le persone», puntualizza Decolle.

Steward

Per quanto riguarda invece il discorso security, il numero di steward dovrà essere potenziato. In particolar modo nelle serate di venerdì, sabato e martedì il numero di addetti alla sicurezza dovrà raggiungere il numero di circa quaranta unità. Cifra che dovrebbe scendere circa a una quindicina nelle altre giornate.

Vigili

Confermati poi i rinforzi per la Polizia locale. Sei agenti arriveranno “in prestito” dai Comuni di Trieste, San Dorligo della Valle, Doberdò del Lago, Grado e anche dalla provincia di Udine, ossia da Sedegliano. «Le norme previste sono necessarie per garantire una manifestazione in totale sicurezza - il commento finale di Decolle - e per evitare uno spontaneismo fuori controllo, soprattutto durante le serate di maggior afflusso, fattore che in realtà fa parte solamente dei Carnevali di una volta». (r.t.)