Quotidiani locali

Gradisca, via Novelli strada fantasma

Per il Comune è come se non esistesse: protestano i residenti. Da decenni senza asfalto, marciapiedi, luce e fognature

GRADISCA. L'arteria dimezzata. No, non stiamo parlando della protagonista di un romanzo di Italo Calvino, ma di un'autentica arteria fantasma che è un piccolo "buco nero" a Gradisca. Era entrata a pieno titolo nel patrimonio comunale dopo oltre 20 anni d’attesa e il succedersi di quattro diverse amministrazioni, eppure di un reinserimento di via Novelli nel tessuto urbano ancora non c'è traccia. La strada residenziale, a due passi dal centro ma urbanizzata solo a metà, dal settembre 2015 è a tutti gli effetti di proprietà comunale, dopo anni di battaglie, rinvii e contenziosi. E nonostante il passaggio dai privati all'ente guidato da Linda Tomasinsig, il piano di riqualificazione non ha ancora visto la luce. Con comprensibile scorno dei residenti, soprattutto coloro che dopo avere battagliato e protestato per due decenni, pensavano che ormai l'ostacolo più improbo fosse superato.

Via Novelli, strada che collega borgo Santa Maria Maddalena a via Papalina è un’“incompiuta” per ragioni difficili da comprendere: per metà è completamente sterrata, priva di marciapiedi, illuminazione e persino fognature a norma. Come nel Dopoguerra. L'altra metà, invece, è asfaltata e urbanizzata. La situazione è dovuta al fatto che l'arteria era per metà - quella non non asfaltata - proprietà privata di alcuni cittadini, che finalmente sono riusciti a concretizzare la propria volontà di cederla al Comune. Il secondo segmento era proprietà di Snam Rete Gas, che in via Novelli ha la propria sede distrettuale. La società, che possiede e gestisce le reti di trasporto del gas naturale in Italia, sorge in prossimità dell'incrocio con via Papalina e a suo tempo asfaltò a proprie spese la sola parte di sua pertinenza, ma successivamente e per due lunghi decenni non aveva mai manifestato l'intenzione di cederla al Comune.

Negli anni e grazie al certosino lavoro di diverse amministrazioni, l'iter si è finalmente sbloccato. I proprietari, risolti alcuni rallentamenti legate ad alcune procedure di successione piuttosto complicate, hanno sancito davanti a un notaio la cessione all'amministrazione comunale della loro porzione di strada. Snam Rete Gas, invece, ha finalmente ceduto la sua parte a un prezzo simbolico. «Pareva l'inizio del definitivo recupero - spiega un residente che ha contattato il nostro giornale-. Ma nulla è successo. Ciò che vorremmo far capire all'amministrazione è che non chiediamo opere faraoniche: ci basterebbe che intanto tappassero le buche e dessero un'asfaltata. Sia d'estate, con il polverone, che d'inverno con il gelo e il pantano, qui è uno schifo. E invece, niente». Nei cassetti di Palazzo Torriani per la verita è pronto, da anni, un progetto di riqualificazione da 180mila euro: progetto rimodulato dalla passata amministrazione Tommasini dividendolo in piccole tranche, la prima attorno ai 40mila euro, pur di affrontare l'opera una volta per tutte. Ma la giunta Tomasinsig almeno inizialmente pareva intenzionata a seguire un'altra linea. «Non credo procederemo per mini-lotti - aveva dichiarato l’assessore Pagotto - ma con un intervento risolutivo. Via Novelli rimane assolutamente in cima alle nostre priorità». A Gradisca esistono ancora alcune zone che per un motivo o per l’altro non sono ancora totalmente urbanizzate. È il caso non solo della già citata via Novelli, ma anche di via della Stanga, dove i cittadini si erano addirittura autotassati per uscire da questa situazione, e di via Palmanova: in quest’ultimaarteria per una quindicina di famiglie che vivono all’altezza della trattoria La Baracheta è assente da qualcosa come ormai 25 anni l'allacciamento alla rete gas. Nei mesi scorsi l'attesa fumata bianca: i lavori di allacciamento saranno finalmente

eseguiti, verosimilmente nel 2018. Questo il frutto di un'intesa di massima raggiunta alla fne dello scorso anno dall'esecutivo guidato da Linda Tomasinsig e AcegasApsAmga, società titolare delle infrastrutture e facente parte del gruppo Hera

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon