Quotidiani locali

Piazza San Girolamo: pavimentazione a pezzi

Cervignano: nuova protesta per le condizioni dell’area inaugurata nel 2016 È nato un comitato che chiede interventi. Il sindaco: la ditta ora provvederà

CERVIGNANO. Era già successo e ora ci risiamo. In piazza San Girolamo, inaugurata nel mese di settembre 2016, la pavimentazione continua a creare problemi. Un fatto indubbiamente spiacevole, segnalato dai residenti. In una parte della piazza, il pavimento appare visibilmente danneggiato. La ditta incaricata di effettuare l’intervento, su richiesta dell’amministrazione, sostituirà, a proprie spese, i mattoni rovinati.

Intanto è nato il comitato “Per piazza San Girolamo”, presieduto da Luca Furios e formato da Sandro Ciulla, Ljiljana Damianovic, Arianna Dreossi, Marilena Domini, Mattia Godeassi, Lucia Nussio e Massimo Pagani Trigatti.

«Abbiamo deliberato – spiega il presidente Furios, uno degli amministratori del gruppo facebook Cervignanesi Reloaded – di costituire un comitato per ottenere dalla pubblica autorità la massima informazione su quanto sta accadendo alla pavimentazione di piazza San Girolamo. Tutto è nato da un post, che ho inserito nel gruppo facebook. I cittadini hanno risposto numerosi e così abbiamo deciso di costituire un comitato. Il comitato interverrà in ogni sede affinché la pavimentazione recuperi la dignità perduta. Chiunque desideri far parte del comitato può sottoscrivere il documento».

Sull’argomento interviene la consigliera di opposizione Marika Diminutto. «Il gruppo consiliare “Uniti per Cervignano” – puntualizza – ritiene inaccettabile la situazione che riguarda la pavimentazione di piazza San Girolamo, che, per la seconda volta, si trova in uno stato pessimo, con il lastricato deteriorato. I guai, dopo un appalto di 275 mila euro, sono iniziati a febbraio 2017, problemi inizialmente imputati dal sindaco e dal responsabile alla qualità, a un bancale difettoso di mattoni. La ditta ha sostituito i materiali danneggiati senza addebitare i costi all’amministrazione. È passato meno di un anno ma la situazione è rimasta la stessa». Diminutto mette in luce diverse problematiche. «Oltre alla non poco rilevante spesa, oltre a compromettere l’immagine di edifici storici vanto della cittadina, il danneggiamento è pericoloso per chi passeggia. Ho presentato un’interrogazione chiedendo delucidazioni. È una situazione che non doveva ripetersi. Pretendiamo di capire se le responsabilità sono da imputare a chi ha eseguito i lavori, a chi li ha progettati o all’amministrazione, che non ha vigilato».

Il sindaco, Gianluigi Savino, risponde: «Appena ci siamo accorti di quanto accaduto abbiamo subito contattato la ditta esecutrice, che ha dato immediata disponibilità a fare tutto il necessario per sistemare la pavimentazione. La ditta esecutrice si è messa in contatto con chi ha fornito il materiale, ditta leader nel settore. Nel frattempo abbiamo verificato la regolarità delle certificazioni del materiale in nostro possesso. Il responsabile

di qualità della ditta sarà in Comune venerdì e capiremo come intervenire. Dobbiamo accertare cosa sia successo. Di certo la piazza sarà ripristinata non a spese del Comune. Abbiamo una garanzia di 10 anni, prevista da una norma del codice civile».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro