Quotidiani locali

Il Brandl riparte da contest e camp per ragazzi

Presentato il programma 2018 del sodalizio culturale di Turriaco: «Decisivo il contatto con le scuole»

TURRIACO. Tre concorsi: “Teatro in piazza”, il Premio don Brandl e quello dei presepi. Poi un campo estivo per i ragazzi, appuntamenti culturali e di solidarietà nonché quelli consolidati da anni come il Seimo e la Gara del tiro a l’ou. Sono solo alcune voci del ricco programma delle manifestazioni approvate per il 2018 dal direttivo e dall’affollata assemblea del Circolo culturale e ricreativo don Eugenio Brandl di Turriaco. Le ha annunciate la presidente Elisa Baldo nel corso dell’assembleacui hanno aderito appunto numerosi simpatizzanti. Confermati alla guida del Brandl, per la cronaca, il direttivo e la stessa presidente.

La presidente ha comunicato, inoltre, che «il Brandl è impegnato a offrire altre proposte a partire dalle mostre, qualcuna attesa da tempo, con un protagonista importante a sorpresa». Si lavorerà inoltre per ricordare artisti locali scomparsi, ma che hanno lasciato un segno nel territorio, come Walter Dusatti. «Per tale esposizione – spiega Baldo – il sodalizio turriachese pensa di operare in sinergia con altre realtà in modo da realizzare un progetto di ampio respiro che dovrebbe coinvolgere anche le realtà scolastiche del Monfalconese».

Il Gruppo teatrale Brandl, reduce da un doppio premio tra “Rassegna (ti), la domenica si va a teatro” a Trieste e un riconoscimento nazionale per la progettazione di un’iniziativa dedicata ai più piccoli, ha iniziato inoltre a lavorare a una nuova commedia che presenterà in piazza nella rassegna estiva e sta approfondendo le tecniche di recitazione teatrale attraverso laboratori tenuti da professionisti del settore. «Si darà molta importanza al contatto con le scuole come da tradizione del Circolo – sottolinea la presidente a nome del direttivo – sia nei progetti artistici sia in quelli dedicati alle realtà scolastiche del paese come “La musica e i giovani”, i Laboratori teatrali, la Marcia di primavera e la Festa delle castagne, senza dimenticare l’attività culturale in senso stretto che, ormai da quasi un trentennio, ci vede impegnati nella tutela e nella promozione della nostra parlata, della nostra storia e della

nostra tradizione». Elogio per l’operato del Brandl sono state espresse dall’assessore comunale alla Cultura Carla De Faveri e dal parroco don Enzo Fabrissin, mentre il presidente della Bcc Turriaco Roberto Tonca ha confermato il sostegno al Circolo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori