Quotidiani locali

La Cona si lancia nel 2018 tra laboratori e camp

Dopo Cavanata e Doberdò la Rogos ha ormai pronto anche il programma per la Riserva Foce Isonzo

STARANZANO. Dopo il lancio nei giorni scorsi del programma di attività nelle Riserve della Cavanata a Fossalon e della Riserva dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa, la cooperativa Rogos fa il tris con la terza riserva che ha in gestione, cioè la Riserva naturale Foce Isonzo.

Il primo appuntamento si è svolto già ieri e comprendeva la pulizia dell’ambiente e la rimozione di gran parte del materiale ingombrante spiaggiato, soprattutto tronchi e plastica. Poi la Giornata delle oche in collaborazione con l’Associazione Co.Na. (Conservazione Natura) coordinata dal presidente Graziano Benedetti con la conferenza a cura della naturalista Nicoletta Perco sul tema “Il popolo migratore” dedicata agli stormi di oche svernanti che frequentano la Riserva e le aree circostanti, nonché l’osservazione diretta delle migliaia di oche sui campi vicini.

Fra gli altri eventi imminenti l’11 febbraio è in programma il World Wetlands Day, una visita guidata per la Giornata mondiale delle Zone umide, habitat di fondamentale importanza per gli uccelli acquatici e scrigno della biodiversità. Altra iniziativa il 18 marzo con Aspettando la primavera: ancora una visita guidata per osservare come «la natura si risveglia», seguita dell’attività di laboratorio dedicata ai più piccoli sugli animali della Riserva. Il percorso che seguiranno i visitatori prenderà in esame i più importanti osservatori della Riserva, cioè Marinetta, Cioss e quello più lontano di Punta Spigolo. Il 15 aprile ancora una Giornata ecologica con la pulizia della Riserva, mentre domenica 13 maggio è prevista la Giornata dedicata ai meravigliosi bianchi cavalli Camargue dell’Isola della Cona, con visite guidate ai pascoli della Riserva e con attività dedicate ai bambini e ai ragazzi. Il calendario degli eventi propone a giugno il Photo Contest e la premiazione dei vincitori, dedicato interamente alle più belle foto scattate in tutta la Riserva, Cona compresa.

Per quanto riguarda le attività da luglio fino a dicembre, la Rogos sta affinando gli ultimi dettagli, compresi i campi estivi. Tutte le visite guidate saranno illustrate dagli esperti dell’Isola della Cona, il direttore della

Stazione biologica Fabio Perco e i naturalisti Matteo De Luca, Pierpaolo Merluzzi e Silvano Candotto. Quanto invece ai cavalli Camargue, il coordinamento è affidato alla domatrice Letizia Kozlan, che è anche vicepresidente della cooperativa Rogos.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro