Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il carro di Staranzano dedicato ai golosi

Sarà colmo di dolci e pasticcini. Varato il programma con quattro giorni di festa. Lunedì la “vera” Cavalchina bisiaca

STARANZANO. Debutta oggi a Gorizia, dopo mesi di intenso lavoro (anche notturno), Un mondo di dolcezza, il nuovo carro realizzato dalla Compagnia del Carro di Staranzano. Uno dei gruppi più premiati della regione. Il tema è ispirato alla simpatica avventura nel mondo dei dolci e sarà molto gradito ai golosi. Il carro è lungo 10 metri, largo 2,50, alto 4,20, ma si alza fino a 6 metri durante l’esibizione. Prevede movimenti sia in senso orizzontale sia in quello verticale comandati da un mecca ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

STARANZANO. Debutta oggi a Gorizia, dopo mesi di intenso lavoro (anche notturno), Un mondo di dolcezza, il nuovo carro realizzato dalla Compagnia del Carro di Staranzano. Uno dei gruppi più premiati della regione. Il tema è ispirato alla simpatica avventura nel mondo dei dolci e sarà molto gradito ai golosi. Il carro è lungo 10 metri, largo 2,50, alto 4,20, ma si alza fino a 6 metri durante l’esibizione. Prevede movimenti sia in senso orizzontale sia in quello verticale comandati da un meccanismo elettronico. Viene preceduto da una sessantina di figuranti: dolci, pasticcini, caramelle, liquirizia, zucchero filato. Anche quest’anno sarà presente nelle sfilate del Friuli Venezia Giulia e all’estero, con la tappa di sabato prossimo a Villaco in Austria. Domenica sfilerà a Savogna e martedì grasso a Monfalcone. «Siamo agli sgoccioli – ha commentato Bruno Cinello del gruppo - e speriamo di cominciare bene con questo debutto».

Ieri, invece, è stato varato il programma del Carnevale staranzanese Che ràza de Carneval, quattro giorni di festa che iniziano sabato per concludersi il 13 febbraio, martedì grasso. Gli appuntamenti mascherati si svolgeranno sotto il “Palatendòn de Staranzan” riscaldato e a ingresso gratuito, già in allestimento in via Gorizia, in prossimità del plesso scolastico di piazzale Unicef. Nella zona sono già scattati i divieti di sosta con rimozione che si protrarranno fino al 18 febbraio, nei parcheggi a spina di pesce posti all’entrata della tensostruttura. L’organizzazione è del Comitato No-Profit assieme alle associazioni culturali e sportive di Staranzano con il patrocinio del Comune di alcuni sponsor privati, con l’ausilio della Bcc di Staranzano e Villesse, di Apt, Camst e Turismo Fvg. L’assessore Matteo Negrari, anima della manifestazione carnascialesca, pur non escludendo nel futuro un progetto con il Carnevale parallelo di Monfalcone, sottolinea che Staranzano utilizza il tendone già da sette anni per eventi conosciuti e in grado di attirare migliaia di persone. «Ci siamo affidati alle conferme degli altri anni – afferma Negrari –, gradite dal pubblico senza stravolgere il programma. Nel futuro, se sarà possibile, perché no a un programma unico con Monfalcone».

Lo staff di Che ràza de Carneval, sull’onda del successo delle passate edizioni, propone quest’anno appuntamenti di rilievo già consolidati come Flower power, alla sua quarta edizione, un Carnevale in maschera stile Anni ’70 che ha visto sempre più di 2.500 presenze e dove alla consolle opera lo scatenato dj Enzo Zippo, che ha creato l’evento. Ospiti della serata il gruppo Prognosi riservata in formato live, band molto originale composta tutta da operatori sanitari che lavorano nell’ambito ospedaliero e propongono con abilità e bravura, il meglio delle canzoni spaziando tra pop, rock e jazz e blues. Confermato anche il Carnevale dei bambini dalle 15 di domenica, giochi, balli e spettacoli in collaborazione con lo Skating Club delle Aquile Biancorosse con la Cavalchina del bambini e a seguire in serata Zumba Party con il Circolo culturale Il Trullo. Dalle 20, poi, l’evento Sweet Sunday (Dolce domenica) con giochi balli e distribuzione di gadget. Dj Karmine Emme e dj Master Dee.

Lunedì sicuro divertimento con la 18esima Cavalchina mascherata di dj Zippo, «l’unica vera Cavalchina bisiaca», per gli organizzatori, uno dei simboli del Carnevale isontino che richiama gente dalla regione e oltre. Martedì sera, invece, Gran Finale dalle 21 con i Papastuff, una band che propone musica live.

©RIPRODUZIONE RISERVATA