Quotidiani locali

l’operazione scatta il primo marzo 

Sbarca in città il sistema EasyPark si paga la sosta con lo smartphone

Scatta dall’1 marzo anche a Monfalcone la possibilità di pagare la sosta nelle Zone blu tramite smartphone. A fornire il servizio sarà EasyPark, che già lo gestisce in 200 Comuni italiani tra i quali,...

Scatta dall’1 marzo anche a Monfalcone la possibilità di pagare la sosta nelle Zone blu tramite smartphone. A fornire il servizio sarà EasyPark, che già lo gestisce in 200 Comuni italiani tra i quali, per restare in zona, Gorizia, Trieste e Muggia. EasyPark ha scalzato i concorrenti, dopo un iniziale affidamento alla società Telepass Pay, che non aveva indicato, però, chiaramente nella propria offerta la necessità per gli utenti di sottoscrivere un contratto Telepass con i relativi costi (1,26 euro di abbonamento mensile). L’atto di affidamento è stato quindi revocato in autotutela dall’amministrazione comunale, andando poi a un riesame delle offerte. La nuova valutazione ha visto uscirne vincente EasyPark.

La società fornirà gratuitamente alla Polizia locale i tablet e il relativo programma per il controllo in tempo reale dell’effettivo pagamento della sosta. «Abbiamo allungato un po’ i tempi – spiega l’assessore ai Servizi interni Paolo Venni – per concludere l’affidamento e non incorrere, ad esempio, negli incidenti di percorso capitati a Grado». Dove la Polizia locale, ancora priva degli strumenti tecnologici necessari, ha sanzionato degli automobilisti che pure avevano pagato la sosta, ma tramite appunto telefonino. «Gli automobilisti devono comunque stampare un tagliando, al momento della registrazione al servizio – afferma Venni –, che va esposto ogni volta che si sosta, rendendo visibile alla Polizia locale che si sta utilizzando il servizio tramite smartphone e la app EasyPark, scaricabile per iOS, Android e Windows Phone».

Diversi i vantaggi: l’utente risparmia tempo nelle operazioni di sosta, può prolungare la durata della sosta direttamente dal proprio cellulare, ovunque si trovi, o interromperla anticipatamente al rientro in auto, e pagare solo per la sosta effettivamente consumata, nel rispetto delle tariffe stabilite dall’amministrazione comunale. Oltre a utilizzare il servizio nelle altre città in cui è disponibile. Basterà registrarsi tramite l’App EasyPark o attraverso il sito www. easyparkitalia. it e acquistare un credito di sosta, ricaricabile, con carta di credito, anche prepagata, dei circuiti Visa o Mastercard, oppure PayPal o bonifico bancario. A Monfalcone, il servizio EasyPark prevede una commissione di 0,29 euro aggiuntiva all’importo della sosta calcolato secondo le tariffe stabilite dal Comune. I residenti di Monfalcone, che utilizzano spesso il servizio, potranno invece scegliere EasyPark Large, pagando un canone fisso mensile di 1,99 euro. Si potrà comunque continuare a pagare utilizzando i parcometri.

In tutto i parcheggi a pagamento a Monfalcone sono circa 460 e, in base al rendiconto di gestione 2016, hanno fruttato all’ente locale un’entrata di 356mila euro contro un costo di gestione di 23.734 euro. L’estensione delle Zone blu cittadine, le cui tariffe sono suddivise in tre fasce a seconda della vicinanza al centro, non ha subito rivoluzioni da tempo e non pare destinata a subirle. L’amministrazione comunale non intende fare

marcia indietro sul disco orario istituito in via Fratelli Rosselli, al posto dell’eliminata corsia preferenziale per i bus. «Stiamo solo valutando se portare la sosta massima da 30 a 60 minuti», afferma l’assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica Giuseppe Nicoli. (la. bl.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori