Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Partiti i lavori di manutenzione del Versa

Tra Mariano, Capriva, Cormons, Moraro, Medea e Romans verranno riqualificati 6 km di torrente

MARIANO. Al via i lavori di manutenzione idraulica e di riqualificazione ambientale del torrente Versa, lungo il tratto di 6 chilometri che includono i comuni di Mariano, Capriva, Cormons, Moraro, Medea e Romans. L’avvio degli interventi è avvenuto in concomitanza con la presentazione del progetto che è stato illustrato ieri mattina a Mariano in sala consiliare e a cui è seguito il sopralluogo nella sede del cantiere dei lavori. Sono intervenuti l’assessore regionale Sara Vito, il sindaco di Mariano Cristina Visintin, i sindaci dei comuni interessati, il progettista e direttore dei lavori della Direzione centrale Ambiente ed Energia Roberto Tomat (accompagnato da collaboratori e assistenti) e i responsabili della Bemoter di Nimis (ditta che eseguirà i lavori) Claudio Bessa e Cristina Bessa. I lavori sono stati promossi dalla Regione per un investimento complessivo di circa 650mila euro. Ad illustrare il progetto è stato Tomat. L’obiettivo è quello di ripristinare ed integrare le opere idrauliche esistenti in modo da ridurre la velocità dell’acqua e proteggere gli argini dal fenomeno dell’erosione con tecniche di ingegneria naturalistica, di incrementare la biodiversità (realizzando in corrispondenza delle briglie delle rampe che favoriscano la risalita della fauna ittica), di predisporre dei piccoli fossi dove la golena è più ampia (in modo da creare delle condizioni favorevoli per la riproduzione degli anfibi) e di eliminare la vegetazione infestante integrandola con essenze autotoctone. «Questo intervento – ha sottolineato con soddisfazione l’assessore Vito - è molto peculiare ed è un esempio concreto di come si sia riusciti a realizzare un progetto che sposa la sicurezza idraulica con la riqualificazione ambientale e paesaggistica. Ringrazio il Servizio Difesa del Suolo perché sono stati fatti sforzi enormi per arrivare a questa giornata. C’era grande urgenza per questi interventi poiché il torrente Versa richiedeva opere strutturali non più rinviabili». L’utilizzo di materiali naturalistici valorizzerà l’intervento. «Sarà importante in futuro dare continuità alla manutenzione del Versa e la programmazione delle risorse messe a disposizione per lo sfalcio va in questa direzione. Per quanto riguarda il cronoprogramma dei lavori si prevede che essi siano realizzati in sei mesi. Le operazioni sono iniziate a Mariano per proseguire poi nel territorio di Moraro e poi via via negli altri Comuni. I primi interventi riguarderanno la pulizia delle golene e degli argini, proseguiranno con la realizzazione delle briglie e infine saranno predisposte le scogliere per la difesa spondale. «Sono lavori che tutti i Comuni aspettavano da tempo – ha sottolineato il sindaco Visintin – e che permetteranno in futuro di dare maggiore sicurezza ai paesi che gravitano sul territorio. A breve con gli altri sindaci promuoveremo un incontro aperto alla popolazione per presentare il progetto».

©RIPRODUZIONE RISERVATA