Quotidiani locali

I ragazzi di Duino a scuola di tradizioni

Il Comune stanzia 8mila euro per progetti legati alla cultura locale nei due istituti comprensivi

DUINO AURISINA. Aiutare i ragazzi a imparare a lavorare la pietra carsica, ad andare a vela, a parlare l’inglese, a cantare in coro i brani musicali legati alla storia del Carso, per conservare la tradizione culturale locale. Sono queste le iniziative che il Comune di Duino Aurisina ha deciso di attuare attraverso l’erogazione di contributi straordinari, per un totale di 8mila euro. A essere interessati dal programma di sostegno a questi progetti formativi sono i due istituti comprensivi di Duino Aurisina.

Per il “De Marchesetti” sono stati stanziati 5mila euro, che finanzieranno due progetti finalizzati a far conoscere ai ragazzi la lingua inglese, grazie all’intervento di un’insegnante di madre lingua. Una proposta è dedicata ai bambini della scuola dell’infanzia, l’altra agli alunni della scuola secondaria di primo grado. Una parte del contributo servirà anche per avviare l’iniziativa intitolata “A scuola con la vela”, che sarà attuata in collaborazione con le società nautiche del territorio. Nel programma complessivo anche i progetti “Vai – Gres”, sulla lingua slovena, e lo “Sportello d’ascolto”, che sarà gestito da uno psicologo, a supporto delle problematiche in età scolare.

Per l’istituto comprensivo di “Ves” di Aurisina, dove le lezioni sono tenute in lingua slovena, sono stati finanziati due progetti legati a una delle secolari tradizioni carsiche, quella della lavorazione della pietra. Un artigiano insegnerà agli alunni le basi della lavorazione della pietra e, in seguito, a completamento del corso, sarà adottato dai giovani frequentatori un muretto a secco in pietra, caratteristico del territorio. Con una parte del contributo complessivo, pari a 3mila euro, si potrà inoltre procedere alle esercitazioni di canto e alla creazione di laboratori attraverso la cui attività si tramanderanno le tradizioni popolari locali. Il sindaco, Daniela Pallotta, e l’assessore comunale per il Bilancio, Stefano Battista, hanno espresso «notevole soddisfazione per l’iniziativa. Siamo riusciti, nonostante le difficoltà di bilancio a ripristinare

un contributo che negli ultimi anni era stato ridotto e, in qualche caso, addirittura tagliato. Siamo certi che, grazie alla collaborazione con i due presidi, Scheriani e Kravos, l’intesa potrà proseguire e anche ampliarsi in futuro».

(u.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon