Quotidiani locali

Cormons congela le tariffe degli impianti sportivi

Rispetto allo scorso anno importi invariati anche per il noleggio della Sala Italia  Ammontare diversificato per gli eventi a ingresso gratuito e a pagamento

CORMONS. Rimangono invariate le tariffe di nido d'infanzia, servizi scolastici, centri estivi comunali, impianti sportivi e sala Italia. Cambiano solo le esenzioni per mensa e trasporto scolastico (non si pagano fino a un reddito di 6 mila euro lordi, prima il limite era 4500) e le modalità di utilizzo della sala civica, non più gratuita per tutti ma soggetta in taluni casi al pagamento di una quota d'affitto. Restano invece a disposizione gratis sala di rappresentanza, sala giunta e sala riunioni di Palazzo Locatelli. In grande sintesi, queste le indicazioni che arrivano dal bilancio stilato dall'amministrazione Felcaro. I numeri, infatti, dicono che quasi tutto resterà inalterato rispetto al passato, con la sola novità positiva dell'esenzione per i servizi mensa e scuolabus anche per coloro che rientrano nella fascia di reddito tra i 4500 ed i 6000 euro lordi: «Abbiamo così voluto dare attenzione anche ad un'altra fetta di popolazione in difficoltà risparmiandole dei costi da sostenere riguardo appunto spostamenti e nutrizione dei propri figli attraverso i servizi messi a disposizione dal Comune», spiega il sindaco Roberto Felcaro, che sottolinea anche come «tutte le altre tariffe e aliquote resteranno del tutto invariate, con gratuità di tutte le sale di Museo del Territorio e Palazzo Locatelli con la sola eccezione della sala civica che non sarà più gratuita per tutti: ma anche in questo caso abbiamo previsto delle eccezioni, sia nel caso in cui ci siano degli eventi di tipo continuativo promossi da un'associazione, sia nel caso di manifestazioni a scopo benefico e ad entrata libera e gratuita e in quelle organizzate dagli istituti scolastici per attività a scopo divulgativo e didattico». Gratuità, in questi ultimi due casi (beneficenza e utilizzo didattico da parte delle scuole), che vale per tutte le sale e gli impianti di proprietà municipale. Ma eccole, alcune cifre riguardo i costi delle varie strutture: i campi da tennis di via Brazzano, ad esempio, hanno tariffe che variano da associati a non associati e a seconda che il campo utilizzato sia in terra, in sintetico o al coperto da 4,40 a 9 euro l'ora con ulteriori 3 euro per l'illuminazione e 3 euro per l'eventuale riscaldamento. Il campo di calcetto in sintetico invece costerà 30 euro all'ora più 3 euro per le luci. Anche per Palazzetto dello Sport, palestre e campi di calcio le quote variano a seconda che l'attività svolta sia agonistica o meno, che preveda l'utilizzo o meno di impianti di illuminazione e che a svolgerla siano minori o adulti. Non variano nemmeno le tariffe riguardanti l'utilizzo della sala Italia, che da quest'anno non ospiterà più CormonsLibri ma che resta sito prediletto ugualmente per organizzare eventi da parte di diverse associazioni. Queste le condizioni: se l'evento organizzato non è a pagamento, il sito costa 39 euro più 15 all'ora

di riscaldamento se il promotore è residente a Cormons oppure 67 euro più 15 all'ora se non cormonese. Cifre che salgono rispettivamente a 135 euro fisse e a 267 euro fisse nel caso in cui la manifestazione promossa sia con ingresso a pagamento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro