Quotidiani locali

LEGA NORD 

Tirelli attacca: «Un Natale flop e le colpe sono tutte di Raugna»

GRADO. Il leghista Enzo Tirelli, già assessore e consigliere comunale gradese, attacca l’amministrazione comunale per quanto è stato fatto a Grado durante il periodo natalizio raffrontandolo con...

GRADO. Il leghista Enzo Tirelli, già assessore e consigliere comunale gradese, attacca l’amministrazione comunale per quanto è stato fatto a Grado durante il periodo natalizio raffrontandolo con quanto è stato fatto a Monfalcone. Un Comune, quest’ultimo, guidato da Anna Cisint, con tessera della Lega in tasca. «Per chi durante le feste – dice Tirelli – ha fatto un giro a Monfalcone, il confronto con Grado è stato impietoso. Sull’isola non si era mai vista una tristezza simile». E questo nonostante, sempre Tirelli, le cifre messe a disposizione da parte delle due amministrazioni «non siano così diverse da giustificare un fallimento del genere».

«Alla base di tale divario – afferma l’esponente della Lega – c’è il differente spessore dei due sindaci e dei loro collaboratori: a Monfalcone un sindaco preparato, capace e con gli attributi, con una squadra al suo livello, a Grado un sindaco inadeguato, con un curriculum altrettanto inadeguato e una squadra adeguatamente inadeguata». Tirelli sottolinea che, a fronte di queste accuse, qualcuno potrebbe attribuire la scarsa affluenza alla chiusura del ponte. «Perché i gradesi che invece di andare al concerto organizzato la sera di Natale hanno fatto altro – domanda a sua volta Tirelli –, era a causa del ponte? Se a un concerto gratuito non si presenta nessuno forse qualcosa è andato storto». E sul ponte anche Tirelli ricorda i problemi di
segnaletica: «Fosse successo a Monfalcone – dice – il sindaco sarebbe andata personalmente ad attaccare le segnaletiche necessarie. Invece il nostro assessore e il nostro dirigente ai Lavori pubblici erano ad annusare fiori colorati in Canada a spese del contribuente». (an. bo.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori