Quotidiani locali

incidenti

Gorizia, schianto sull’albero con la moto da cross

Grave un cinquantenne dopo un salto sullo sterrato lungo l’Isonzo. Soccorsi complessi, ambulanza fora uno pneumatico. L'allarme dato da un amico che era con lui

GORIZIA Era in sella alla sua moto enduro. E stava percorrendo una sorta di percorso di motocross, sembra nell’ambito di una proprietà privata, non lontano dal fiume Isonzo. Ad un certo punto, ha effettuato un salto. Solo che, invece di “atterrare” sul tracciato sterrato, è finito addosso ad un albero. Protagonista della disavventura un goriziano di 51 anni (E.C. le sue iniziali). L’impatto è stato violentissimo. L’uomo è caduto a terra e ha subìto un forte trauma cranico. Ad accorgersi dell’incidente, e a dare l’allarme, un amico che lo precedeva, a sua volta, in sella ad un’altra motocicletta da enduro (e non alla guida della stessa moto come sembrato in un primo momento). Ad un certo punto, si è voltato e non ha visto più il suo compagno di avventura. Allora, ha fatto subito marcia indietro e ha trovato l’amico a terra con la moto a qualche metro di distanza, con segni evidenti di una caduta. Immediatamente, ha dato l’allarme.

In realtà, ai vigili del fuoco era stato detto che la moto era finita in un canale. Per questo, i pompieri sono usciti anche con il gommone per il recupero del mezzo. Soltanto dopo essere arrivati sul posto hanno compreso che si era trattato di un vero e proprio incidente: il mezzo non era affatto nell’acqua mentre il motociclista era a terra, bisognoso di cure. Non è stato facile raggiungere il luogo dell’incidente. I sanitari del 118 hanno avuto i loro bei problemi: l’ambulanza ha forato uno pneumatico ed è stato necessario far intervenire un secondo mezzo di soccorso da Gradisca d’Isonzo.

Nel frattempo, i vigili del fuoco, grazie a un fuoristrada, sono riusciti a raggiungere il punto esatto dell’impatto. Hanno recuperato assieme ai sanitari del 118 il motociclista infortunato, portandolo

sino all’ambulanza.

A sentire i carabinieri di Gorizia il 51enne non sarebbe in pericolo di vita, ma ha rimediato un forte trauma cranico che viene monitorato attentamente in queste ore. Pare siano molti gli appassionati di enduro che affrontano il percorso nel tempo libero.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik