Quotidiani locali

Medea, cresce il numero degli alunni dell’asilo

Il sindaco: la scuola per l’infanzia tassello fondamentale della nostra comunità e per i paesi vicini

MEDEA. Un’altra eccellenza dell’Istituto comprensivo “Celso Macor” di Romans d’Isonzo: la scuola d’infanzia di Medea. In paesi piccoli c’è sempre il rischio che le scuole prima o poi chiudano per mancanza di alunni. Fortunatamente non è il caso del plesso scolastico di Medea che ha vissuto un 2017 molto positivo e che guarda con grande ottimismo al futuro. Gli alunni in questi ultimi anni sono aumentati e oggi il numero di iscritti ha raggiunto le 40 unità. I bambini sono divisi in due sezioni e provengono anche dai paesi limitrofi. Uno degli aspetti innovativi in questi anni è rappresentato dal fatto che ormai questa scuola d’infanzia non è più il classico asilo di una volta, ma è una scuola a tutti gli effetti. Tiene conto dei bisogni e delle capacità specifiche dei bambini che la frequentano e attraverso le attività didattiche e i percorsi individuali prepara già le basi per l’inserimento nella scuola primaria. Tutto questo avviene anche grazie ai genitori e alle famiglie che colllaborano assieme alle insegnanti nel difficile ma straordinario compito educativo.

«Con i genitori c’è piena sintonia perché accolgono con soddisfazione le proposte che facciamo - dicono le maestre Simona, Fabiola, Maria e Maria Cristina(Macrì) - e c’è piena disponibilità. Il passaggio dalla scuola d’infanzia alla scuola primaria è importante ed è per questo che si cerca nell’offerta formativa e negli approcci metodologici di fornire ai bambini le basi di una crescita e di un’autonomia che permetta loro di affrontare il passaggio scolastico successivo». La scuola di Medea da sempre si è caratterizzata per attività didattiche aperte al territorio e per la partecipazione alle diverse iniziative che si svolgono nella comunità e promosse dalle associazioni( castagnata, festa degli Spaventapasseri, festa dei nonni). Per quanto riguarda le attività didattiche ci sono diversi progetti in fase di studio per il potenziamento dell’offerta formativa ( lingua inglese, lingua friulana, attività ambientali e creative). L’11 gennaio le insegnanti illustreranno ai genitori dei possibili nuovi iscritti l'organizzazione e le attività della scuola. Il 2017 è stato salutato con la tradizionale recita di Natale che ha accomunato bambini, docenti e genitori in un momento aggregativo di grande serenità che ha rappresentato un’ulteriore testimonianza del rapporto positivo che si è instaurato in questi anni. Era presente anche il sindaco di Medea Igor Godeas. «La scuola dell’infanzia - ha sottolineato il primo cittadino - rappresenta un tassello fondamentale della nostra comunità, luogo irrinunciabile di incontro, formazione e
crescita. Il nostro plesso è un punto di riferimento per le nostre famiglie e per quelle dei paesi limitrofi. La passione e la preparazione delle nostre insegnanti e un ambiente familiare, costituiscono il luogo ideale per vivere serenamente il primo distacco dalla famiglia».(m.s.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro