Quotidiani locali

Manutenzione straordinaria: a Cormons l’asilo è più sicuro

Nel corso della pausa natalizia è in atto l’adeguamento alla norma incendi L’intervento al nido completa i lavori da 278mila euro avviati nel 2014

CORMONS. Lavori di manutenzione straordinaria al nido d’infanzia comunale “Il Germoglio” di Cormons per circa 25mila euro. Il Comune ha affidato l’incarico di adeguamento alle norme per la prevenzione incendi ad un’impresa di Ronchi dei Legionari. L’operazione è in fase di esecuzione in questi giorni grazie alla chiusura per le vacanze invernali: nel caso in cui i lavori non dovessero concludersi entro i primi giorni di gennaio, l’intervento sarà poi concluso e perfezionato nelle giornate di chiusura dell’asilo stesso. Non sarà quindi interrotto il servizio educativo. Il costo totale dei lavori, per l’esattezza, ammonterà a 24.462,45 euro. Si tratta del secondo intervento di grosso cabotaggio svolto nell’asilo cormonese dopo quello realizzato tre anni fa, quando vennero impiegati addirittura 278mila euro coperti, in quel caso, da un contributo regionale di 200mila e euro e da fondi del bilancio comunale per la restante parte. L’intervento in corso di svolgimento in questi giorni, di fatto, è il completamento dei lavori avviati in quell’occasione, con cui si è data una nuova impronta alla struttura di proprietà comunale nella quale sono ospitati bambini provenienti anche da realtà limitrofe a Cormons. Dal 2014 a oggi, infatti, l’edificio è stato rimesso a nuovo in tutti i suoi aspetti: dagli infissi alla riverniciatura alla copertura stessa della struttura. Ora quest’ultimo passaggio per l’adeguamento alle norme di legge attuali relative agli impianti di prevenzione incendi. L’asilo nido “Il Germoglio”, che ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001:2008, ospita una trentina di bambini di età compresa tra gli 11 mesi e i 3 anni. La struttura è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 17.30, con possibilità di usufruire dell’orario part-time fino alle 12.45. Viene data la precedenza alle famiglie residenti nel Comune di Cormons e nei Comuni convenzionati, con possibilità di ammissione di bambini provenienti da altri Comuni, fino alla copertura dei posti disponibili. L’asilo opera in stretta collaborazione con la famiglia e non in alternativa ad essa, integrandosi con altri servizi culturali ed educativi rivolti alla prima infanzia.

Qualche polemica attorno ai costi della struttura ci fu nel 2016, quando venne deciso l’aumento della retta del nido di 10 euro a bambino. L’allora assessore comunale al Welfare Lucia Toros si giustificò così: «Prendiamo meno soldi dalla Regione: non avevamo scelta se volevamo garantire i servizi esistenti e anche con
qualche miglioramento». La struttura, dopo le opere di messa a norma e di miglioramento attuati negli anni e conclusi ora con quest’ultimo intervento, di fatto diventa ancor più un’eccellenza nell’ambito dell’offerta educativa di qualità sul territorio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro