Quotidiani locali

Bambi, il cucciolo di casa

Salvato a pochi giorni di vita il capriolo vive con il “padrone”

VEGLIA. Il loro legame è iniziato per puro caso cinque mesi fa, in piena estate, quando il pensionato vegliota Branko Pavlović aveva notato in località San Giorgio, a Veglia, un piccolo animale che sembrava già morto. Invece quel capriolo di pochi giorni di vita, forse abbandonato dalla madre, aveva un disperato bisogno di venire salvato e rifocillato. E così in effetti è stato: l’uomo infatti lo ha preso e lo ha portato a casa, nel rione di Paradiso a Veglia città, per poi impegnarsi al massimo - assieme alla moglie Katica, anche lei pensionata - nel ridare energie e speranza al capriolo che è stato subito chiamato Bambi, in omaggio al celeberrimo omonimo disneyano.

In cinque mesi Bambi e Branko sono diventati inseparabili, scrivendo una storia tra le più belle quando si parla di rapporti tra umani e animali selvatici. Il capriolo si è abituato alla presenza del suo padrone (e della moglie di quest’ultimo) al punto da salire persino in automobile assieme a lui, quando deve spostarsi lungo l'isola.

«Stavamo riparando un muretto a secco nel nostro lotto di terreno – ha spiegato l’uomo ai giornalisti – quando ho notato quella specie di batuffolo. Era piccolo e indifeso: non ho avuto un attimo di esitazione nel pensare di portarlo a casa». Ma ad aiutare l’uomo non è stata solo la moglie: hanno contribuito diversi vicini, e perfino alcuni cacciatori di Veglia che lo hanno consigliato sui comportamenti da tenere e su quale cibo procurare.

Pavlović ha costruito una casetta in legno per il suo Bambi, con tanto di steccato, e lo ha fatto a decine di metri dalle ultime case di Paradiso, per non arrecare disturbo a nessuno. Il capriolo viene quotidianamente lasciato libero per alcune ore in natura, per poi essere richiamato, diciamo così, nella sua cuccia. I richiami del “padrone” colgono puntualmente nel segno: Bambi arriva disciplinato per trascorrere la notte nella sua casetta.

«So che tra un po' di tempo Bambi sentirà il richiamo della natura, dei suoi consimili e se ne andrà – ha detto Pavlović – ma
intanto ci stiamo godendo questa speciale e bellissima amicizia: il capriolo che mi segue ovunque e senza il benché minimo timore». Non solo: Bambi, ha fatto sapere il pensionato, ha addirittura fatto amicizia con il gatto di casa e con alcuni cani di proprietà dei vicini. (a.m.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon