Quotidiani locali

Il “Calandario” del 2018 omaggia lo sport bisiaco

TURRIACO. È nato a Turriaco il “Calandario” dei paesi bisiachi 2018, curato dal Circolo culturale e ricreativo don Eugenio Brandl. L’edizione è la numero 23 rispetto alla prima ideata da Armando...

TURRIACO. È nato a Turriaco il “Calandario” dei paesi bisiachi 2018, curato dal Circolo culturale e ricreativo don Eugenio Brandl. L’edizione è la numero 23 rispetto alla prima ideata da Armando Tomasin e Dorino Fabris. Il tema scelto quest’anno dai due curatori, Sergio Gregorin e Ivan Portelli, come riferisce la presidente del circolo Elisa Baldo, è “Sport ta la Bisiacaria”. Hanno collaborato in tanti con testi, foto, pensieri e ricordi. Un qualcosa di prezioso, perché accomuna tutto il popolo bisiaco. Come tradizione, il “Calandario” ha avuto il suo testimonial anche quest’anno. Dopo attori, cantanti, sportivi e bisiachi famosi nel mondo in ogni settore, come Fabio Capello, Paolo Rossi, Elisa, Gino Paoli, Massimo e Adriano Gon, il Circolo Brandl ha scelto gli Staranzano Ducks, la squadra di baseball staranzanese che, nell’ultimo periodo, s’è contraddistinta per la creazione della sezione per ciechi e ipovedenti, oltre che per la passione per lo sport e la presenza, tra le sue fila, di più di 150 giovanissimi allievi.

«Quest’anno – spiega Baldo – il “Calandario” ha una veste rinnovata, non tanto nella grafica, quanto nei contenuti. È uno sguardo volto a un passato recente che riesce a guardare al prossimo futuro, in questo caso sportivo, del territorio. Con uno sport che è stato analizzato da un punto di vista sociale. Il calendario, infatti, non vuole essere un trattato sulla storia dello sport locale ma uno strumento agile che viaggia tra i ricordi delle persone che hanno fatto lo sport delle nostre terre, per arrivare alla contemporaneità, dai campioni europei del pattinaggio di Pieris, Sara Benes e Mattia Barbieri, a cui è dedicata la copertina, fino alle ciclolonghe organizzate a Ronchi per le “Mule bisiache” da Livio Trevisan».

Lo sport la fa da padrone nel suo aspetto sociale, insomma, con lo spirito di aggregazione. E il calendario diventa un viaggio tra aneddoti e storie legate a calcio, pallavolo, vela, bocce, baseball appunto, atletica leggera, basket, ciclismo e altre discipline. Non mancano rubriche di proverbi locali, racconti, tradizioni culturali e culinarie, come hanno interpretato nell’affollata presentazione i membri del Gruppo teatrale Brandl, Flavia Spanghero, Fulvia
Cristin e Sergio Floreani. Presenti anche il consigliere regionale Diego Moretti, i sindaci di Turriaco e Staranzano Enrico Bullian e Riccardo Marchesan, e il presidente della Bcc di Turriaco Roberto Tonca. Il “Calandario” è già disponibile nelle edicole.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik