Quotidiani locali

Non c’è il numero legale, Consiglio comunale sospeso

Finale a sorpresa, martedì sera, per l’ultimo Consiglio comunale del 2017 a Gorizia. La seconda seduta consecutiva dopo quella di lunedì, infatti, è stata sospesa poco dopo le 22, quando è venuto a...

Finale a sorpresa, martedì sera, per l’ultimo Consiglio comunale del 2017 a Gorizia. La seconda seduta consecutiva dopo quella di lunedì, infatti, è stata sospesa poco dopo le 22, quando è venuto a mancare il numero legale.

Una chiusura inattesa e arrivata poco prima di affrontare l’ultimo punto all’ordine del giorno, ovvero la mozione proposta dalla consigliera di Autonomia Responsabile Caterina Oropallo che chiede il potenziamento del servizio dello sportello comunale di segreteria sociale. «Il senso delle istituzioni andato a farsi benedire» - scrive in una nota il consigliere di Percorsi Goriziani Roberto Collini. «All’appello nominale, per la verifica del numero legale – continua – hanno risposto in venti: dieci, su un totale di venticinque, di una maggioranza di centrodestra allineata in ordine sparso, e dieci, su sedici, dell’opposizione. E pensare che mancava un solo argomento ancora da discutere, dopo che la maggioranza aveva chiesto di rinviare la nomina dei rappresentanti della consulta slovena per “manifesta impreparazione”. Ma forse quell’ultimo punto da affrontare – una mozione che proponeva un miglioramento dei servizi sociali del Comune – dava fastidio a qualcuno. E, in questo caso, credo proprio non si tratti di pensar male come diceva un vecchio politico della Prima Repubblica». Intanto il Consiglio ha anche approvato una serie di documenti. All’unanimità è passata l’accettazione a titolo gratuito delle azioni di Saf che un tempo erano di proprietà della Provincia, così come la proroga delle convenzioni con Comuni di Savogna, Dolegna e San Floriano per la gestione in forma associata del servizio
di trattamento economico del personale.

Approvata infine con 21 voti favorevoli della maggioranza, 12 astenuti e 3 contrari (il leghista Zotti e i Cinque Stelle Maraz e Macchitella) la delibera sulla prelazione delle quote societarie dell’aeroporto “Duca d’Aosta”. (m.b.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon