Quotidiani locali

Monticolo a Sgonico con un investimento da 1,6 milioni di euro

Il nuovo quartier generale dell’azienda di costruzioni verrà realizzato nella zona industriale affacciata sulla Gvt

SGONICO. Un investimento da 1,6 milioni di euro, che coincide con un genetliaco importante, il compimento di mezzo secolo di vita aziendale: la Monticolo, che opera nel settore delle costruzioni, ha dappoco iniziato i lavori per la costruzione della nuova sede, un edificio di 1100 metri quadrati che funzionerà nella nuova zona industriale di Sgonico, gestita dalla Sovipre, non lontano dalla Telit.

Una collocazione strategica, perché quasi affacciata sulla Grande viabilità. «Lo stabile - spiega Andrea Monticolo, figlio del fondatore dell’azienda - viene costruito con tecniche innovative, correlate al cosiddetto programma di certificazione volontaria Leed, che ridurranno al minimo i consumi energetici e daranno un livello di abitabilità interno di alto livello». La struttura sarà inaugurata nel giugno 2018 e potrà ospitare anche studenti universitari grazie a un’intesa scuola-lavoro che Monticolo sta definendo con l’Ateneo giuliano.

Nella sede di Sgonico lavoreranno i 22 dipendenti, guidati dallo stesso Monticolo, insieme ai partner Luca Foti, Massimo Lazzarini, Roberts Florencs. E traslocheranno nel Carso le attività finora esercite in viale delle Milizie e a Palmanova. Inoltre la Monticolo ha una filiale a Milano in piazza Quattro Novembre. L’ampliamento e l’ammodernamento del quartier generale dovrebbero preludere a un rafforzamento degli organici: nonostante il periodo non certo felice per il settore di riferimento, l’azienda rimarca negli ultimi anni una costante crescita, che l’ha portata a un fatturato di 4 milioni. «Penso che la nostra maggiore forza - aggiunge Monticolo - sia la possibilità di garantire un’offerta operativa a 360 gradi, che copre gli impianti, la termoidraulica, l’edilizia vera e propria».

La Monticolo aveva lavorato per il grande cantiere dell’Expo milanese e ha ottenuto di recente alcune significative commesse: a Trieste lo stadio Grezar, la riqualificazione energetica del Faro della Vittoria (che comporta un risparmio annuo di 15mila euro), il “bio-condominio” di via Giustinelli; l’azienda opera inoltre nel compendio di Villa Manin a Passariano. Cinque bi-familiari verranno realizzate a Basovizza, nei pressi del Sincrotrone, con requisiti di comfort “top” - puntualizza Monticolo - nella gestione della luce e della termoregolazione: l’attività di progettazione è interna. L’azienda è infine all’opera a Villa Ferro, una bella residenza privata in via Rossetti disegnata da Giovanni Andrea Berlam nel 1861: cambiò nome diverse volte, perché all’inizio fu villa Sigmundt, poi villa Stern, adesso villa Ferro. Messa in vendita da alcuni anni, ha ora un nuovo proprietario, la De Leonni&Spindler srl con sede in via Cicerone, che ha commissionato a Monticolo un robusto intervento su tetto e facciate della residenza.

La biografia aziendale della Monticolo parte 50 anni fa, nel 1967, quando il capostipite Sergio, dopo aver lavorato in alcune ditte, decide di mettersi in proprio con mezzi a dir poco spartani: sede nell’ex portineria di un condominio, recapito telefonico coincidente con quello del vicino bar, trasporti assicurati da una Vespa. La scommessa del giovane elettricista, nato nel 1944 in Istria da dove se ne andò esule con la famiglia nel 1954, ebbe felice esito, tant’è che nel 1973 Sergio si trasferisce in un magazzino di via Gatteri. Per balzare, tredici anni più tardi, nei locali acquistati in via Rossetti 43: per curiosa coincidenza, questi si trovano quasi di fronte a villa Ferro.

Poi l’evoluzione generazionale con l’ingresso del figlio Andrea in azienda, avvenuto nel 1991, e un ulteriore trasloco in viale delle Milizie e a Palmanova, per essere più vicini alla realtà lavorativa friulana. Nel 2015 - racconta ancora Andrea - un passaggio importante negli assetti societari con la creazione della rete d’impresa Sistema Nord Est, che vede convergere più attività imprenditoriali. Su questo abbrivio proprio quest’anno viene fondata Nord Est Innovation, una start-up incaricata di studiare e produrre nuovi materiali tecnologici adatti alle riqualificazioni energetiche: una strada
che apre la possibilità di collaborare con le scuole superiori e con l’Università triestina.

Da annotare, infine, che Andrea Monticolo è stato riconfermato vicepresidente nazionale di Assistal (impiantisti nel campo dell’efficienza energetica).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon