Quotidiani locali

«Segnalate i movimenti sospetti»

Appello della Questura ai cittadini: «Occhi aperti e allertate le forze dell’ordine»

Tenere gli occhi ben aperti. E segnalare eventuali movimenti sospetti, allertando le forze dell’ordine.

L’appello porta la firma della Questura che ritiene fondamentale la collaborazione con il cittadino nella lotta ai topi d’appartamento. «Preferiamo – rimarcano da piazza Cavour – essere chiamati magari per quello che poi si rivelerà un finto allarme, che non essere proprio allertati. È fondamentale la collaborazione con i cittadini».

Un messaggio forte e chiaro. Vanno coinvolte immediatamente le forze dell’ordine quando si vedono persone mai viste prima sulle rampe delle scale, magari con qualche borsone o con un cacciavite fra le mani. E la stessa attenzione va riservata alle auto sospette che si aggirano lungo determinate strade cittadine. Quante volte polizia e carabinieri hanno formulato questi appelli negli ultimi tempi? E l’invito, molte volte, ha sortito gli effetti sperati.

«Niente allarmismi che non sono affatto giustificati. Solo piccoli accorgimenti: chiediamo alla popolazione di assicurarsi sempre che le porte di casa siano tutte chiuse e non lasci, ad esempio, le chiavi sotto lo zerbino. Ma importante è soprattutto che vengano tenuti bene aperti gli occhi», la sottolineatura della Questura.

Focalizzandoci sui furti commessi nelle abitazioni private, nel 2016 sono stati complessivamente 240. In questo caso Gorizia (con 68 incursioni dei topi d’appartamento) sopravanza Monfalcone che, in quei dodici mesi, aveva registrato 55 furti in casa. Sul terzo gradino di questa poco esaltante
classifica c’è la cittadina collinare di Cormons con 19 atti di microcriminalità. Sembrano essere totalmente “escluse” dal triste fenomeno sia Turriaco sia Moraro che, sempre nell’arco dell’anno passato, hanno registrato una incursione ladresca a testa.

(fra. fa.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon