Quotidiani locali

Migranti, progetti per il lavoro: patto tra sindaci e 18 associazioni

La firma in Prefettura a Udine tra Palmanova, Bagnaria Arsa, Torviscosa, Ruda e CampolongoTapogliano La Fortezza ospita 47 richiedenti asilo che saranno impiegati fino al 15 maggio 2018 in attività sul territorio

PALMANOVA. Cinque sindaci, con il Comune di Palmanova a fare da capofila, la Croce Rossa come ente gestore, e ben diciotto associazioni di volontariato hanno stretto ieri un patto per attuare progetti di accoglienza e integrazione a favore dei richiedenti asilo ospitati sul territorio. È il quarto progetto di questo tipo e le collaborazioni stanno aumentando. Lavorare per la gestione della presenza di migranti ospitati a Palmanova è ormai un’azione di territorio. Ieri, a Udine, è stato siglato un nuovo accordo per realizzare progetti di impegno volontario attraverso i quali favorire l’integrazione dei richiedenti asilo.

«Una delle cose più positive di questo progetto – ha commentato il prefetto Vittorio Zappalorto – è vedere tutto un territorio che collabora, che lavora come una coralità. Ringrazio i comuni e le associazioni per quello che stanno facendo. Con questi progetti, i sindaci coinvolti hanno dimostrato il coraggio, la fermezza e la determinazione di esercitare il loro ruolo al massimo livello di responsabilità».

Le firme sono state apposte dai primi cittadini di Palmanova Francesco Martines, di Bagnaria Arsa Cristiano Tiussi, di Torviscosa Roberto Fasan, di Ruda Franco Lenarduzzi e di Campolongo Tapogliano Cristina Masutto. Con loro il Comitato di Palmanova della Cri, quale soggetto gestore, e l’Ana di Torviscosa, le squadre della Protezione Civile di Palmanova, Ruda, Campolongo, le associazioni Amici dei Bastioni, Torre, Amideria Chiozza, l’Auser Bassa friulana, l’Unità pastorale di Ruda, l’Europa Baseball, l’Asd Sevegliano Calcio, il Ccr Agorà, il Circolo Arci di Ruda, l’Acli di Perteole e l’Acli di Ruda, quali soggetti attuatori. In questo quarto accordo, si sono uniti anche il Gruppo storico e la Protezione civile Ana di Palmanova e l’associazione Tor Tennis Club di Torviscosa.

Per realizzare il progetto, che durerà fino al 15 maggio, sarà impiegato un contributo regionale di 30.000 euro.

I 47 richiedenti asilo accolti a Palmanova si sono impegnati firmando un patto di volontariato in cui si sono detti consapevoli che le attività svolte non prevedono alcun compenso, sono su base volontaria e non implicano future assunzioni.

«È un percorso virtuoso – commenta il sindaco Francesco Martines – riconosciuto anche a livello nazionale. Lo stiamo portando avanti da tre anni e questa firma è il segnale che abbiamo intenzione di proseguire
su questa strada. Un percorso di accoglienza, di civiltà, di umanità, col quale gestire un processo complesso come quello dei flussi migratori che stanno coinvolgendo tutta Europa. Ringrazio la Regione per il sostegno, anche economico, e tutte le persone coinvolte nelle attività».

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik