Quotidiani locali

fvg

A Grado arriva la spiaggia prenotabile online

Avviati i test per consentire ai turisti di farsi riservare le attrezzature via web. Tariffe più variabili in vista

GRADO. La Git sta sperimentando in questo periodo un nuovo sistema informatico che consentirà di prenotare le varie attrezzature della spiaggia via internet dalla prossima stagione. Un’operazione tecnicamente non facile, poiché le zone dell’arenile, i periodi di affluenza durante la stagione e i servizi sono molteplici e, dunque, non standardizzabili.

Ad ogni modo, come detto, la sperimentazione è in corso. E questa si lega alla questione prezzi. Il presidente della Git Alessandro Lovato illustrerà proprio fra pochi giorni, nel dettaglio, le novità. Ma intanto, a questo proposito, anticipa che, in generale, non ci saranno significativi cambiamenti benché in realtà stia cambiando il modo di gestire l’offerta. I prezzi saranno infatti più “dinamici”, variabili, in base alla regola del mercato che tutti indistintamente applicano: diversificare cioè i prezzi, incrementandoli, seppur di poco, nelle zone più richieste e durante il fine settimana, e tenerli più bassi, anche per incentivarne l’utilizzo, nelle zone maggiormente periferiche. Insomma: le tariffe saranno stabilite in base al rapporto domanda-offerta. Tuttavia, come precisa lo stesso Lovato, preservando i clienti storici.

La Git pensa così al futuro, alla prossima stagione, mentre si stanno ancora chiudendo i conti di un 2017 indubbiamente positivo. Il presidente non può evidentemente ancora dare dei numeri definitivi ma, in generale, potrebbe trattarsi di una chiusura con qualche centinaia di migliaia di euro di utile, al pari dello scorso anno, utile che sarà ovviamente reinvestito. Ma se saranno importi relativamente bassi, a fronte di una stagione d’oro, ciò è legato al fatto che la scorsa stagione la Git aveva già notevolmente investito, per l’appunto, nel riammodernare strutture e servizi. «Grazie al bel tempo – afferma Lovato – la situazione economica generale è migliore tanto che anche con le banche abbiamo raggiunto punteggi molto alti e tanto da poter contare su un abbassamento notevole del costo del denaro». Denaro che la Git si fa evidentemente anticipare durante l’inverno per poter iniziare gli interventi programmati.

«Economicamente – prosegue il presidente della Git – la stagione è andata sicuramente bene: un giugno eccezionale, luglio e agosto in linea con l’anno prima, poi l’entusiasmo è stato smorzato dalle prime due settimane di settembre, caratterizzate dalla mancanza di sole, che ci hanno fatto ritornare con i piedi a terra». «Ciò dimostra – chiosa su questo argomento Lovato – che chi comanda sulla spiaggia è e sarà sempre il sole».

Ma, a proposito di bilanci, il presidente della Git anticipa anche che quest’anno si rileva un aumento sensibile del fatturato termale che «ci sprona a rinforzare e a porre ancor maggiore attenzione al settore». In tal senso va, ad esempio, la strada della campagna pubblicitaria in corso con Promoturismo proprio per la valorizzazione delle terme del Friuli

Venezia Giulia. «Puntando – conclude Lovato – in particolar modo sul benessere, e sensibilizzando sulla prevenzione. Ecco perché, tra i nuovi interventi, ci impegneremo pure sul fronte della ripresa della valorizzazione del nostro attuale impianto termale».
 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista