Quotidiani locali

La protesta: «Un pessimo regalo di Natale»

L’artista Gabellini si fa portavoce dei contrari: «Grazie da chi deve raggiungere Gorizia per lavoro»

Ma c’è anche chi dissente. E attacca a testa bassa la decisione del Comune (appoggiata dalla Confcommercio) di dare una bella tinteggiata di blu al parcheggio del mercato all’ingrosso.

A farsi portavoce dei mal di pancia è l’artista Remigio Gabellini che, già nel passato, non aveva risparmiato critiche al curaro all’amministrazione di centrodestra per alcune decisioni relative ai lavori pubblici, soprattutto per l’isola pedonale di corso Verdi. «Ma che bel regalo. Grazie di cuore - scrive in una sorta di lettera aperta - da parte di tutti quei lavoratori che, quotidianamente, devono venire a lavorare negli uffici, nei negozi, in banca, alle poste, etc. Veramente grazie per questo dono che l’amministrazione è riuscita a confezionarci in tempi e modi che per situazioni più serie e urgenti, manifestamente non è in grado di gestirle allo stesso modo. Ultimo dei luoghi dove era possibile trovare un parcheggio libero (anche se un vecchio cartello indicava i 90 minuti di sosta), quello tra le vie Boccaccio e Santa Chiara (ex mercato all’ingrosso) diventerà un’area di sosta a pagamento! Qual è la ragione di questa ulteriore riduzione del parcheggio libero in questa zona della città?»

Remigio Gabellini è un fiume in piena. E attacca. «Non vorrei fosse un desiderata da parte dell’ultimo arrivo, il supermercato Coop, che forse trova insufficienti alla propria attività i posti a pagamento di via Boccaccio. O è, solo, l’insaziabile volontà dell’amministrazione di fare cassa? Per tutti coloro che quotidianamente devono venire al lavoro non è forse troppo per pagare 4 euro?»

Secondo Gabellini, il parcheggio dell’ex mercato all’ingrosso, in tutti questi anni, «è stato, nel suo ordinato disordine, una delle valvole di sfogo per tutta questa parte della città: zona che continua ad essere privata di strutture di supporto, servizi (non esiste una linea di trasporto pubblico), per non parlare dell’eterno problema della chiusura di Galleria Bombi e dell’isola pedonale
di corso Verdi, ulteriore meraviglioso lascito della precedente amministrazione».

Ma la Confcommercio non sembra pensarla allo stesso modo, come si può evincere dalle affermazioni del presidente mandamentale Gianmarco Zotter nel servizio di apertura.

(fra.fa.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro