Quotidiani locali

Mossa, premio Sant’Andrea a Livio Piovesana

La comunità ha celebrato il suo patrono. Pubblico delle grandi occasioni per l’orchestra filmarmonica 

MOSSA. Mossa ha celebrato il suo patrono, Sant’Andrea. La messa è stata presieduta da don Moris Tonso che ha tratteggiato la figura del santo, la sua fortezza, indicando la maestosa pala che troneggia da novant’anni sull’altare maggiore. Questa immagine, ha detto il celebrante, «che ci evoca questo drammatico evento, ci ricorda che la Chiesa risplende della testimonianza di Sant’Andrea ma, come ci ricorda papa Francesco, anche di tanti altri fratelli e sorelle che non hanno esitato a dare la propria vita, pur di rimanere fedeli al Signore e al suo Vangelo. Anche oggi non mancano cristiani che in tante parti del mondo continuano a testimoniare la loro fede, con profonda convinzione e serenità e resistono, anche quando sanno che ciò può comportare un prezzo più alto, perché sono forti. Ma non pensiamo che la fortezza serva solo ad affrontare il martirio e che sia quindi una cosa che, almeno per ora, non ci riguarda da vicino e quindi non c’interessa». Al termine della messa, accompagnata dalla corale San Marco, il parroco don Valter Milocco ha letto la motivazione del premio e don Moris ha donato al sacrista Livio Piovesana, per il suo quarantennale servizio, il “Riconoscimento Sant’Andrea 2017” fra gli applausi dei presenti. Poi, tradizionale castagnata e la consegna del nuovo calendario del paese, realizzato dal gruppo “Diamoci una Mossa”, sodalizio formato da soli giovani per la promozione della comunità locale.

E pubblico delle grandi occasioni, qualche giorn più tardi, nella sala-teatro “Don Bosco” per celebrare i 10 anni di vita dell’orchestra Fil(m)armonica di Mossa con il tradizionale concerto per il paese in onore del patrono Sant’Andrea, che apre pure il periodo dell’Avvento-Natale. La serata, introdotta dal saluto della presidente Liliana Vidoz, ha visto il saluto del parroco don Valter Milocco che ha sottolineato la «sinergia positiva» tra le istituzioni paesane di cui anche la serata è un frutto significativo e dal rappresentante del sindaco che ha offerto al maestro dell’orchestra una targa ricordo del decennale. Come sempre, la compagine musicale si è esibita con brani scelti tratti da films, alcuni con l’apporto di alto livello della soprano Daniela Donaggio, sotto l’armonica e decisa direzione del professor Fabio Persoglia. Il collante della serata è stato affidato alla voce del presentatore Leonardo Tognon, che ha inquadrato le scene musicali con una speciale espressione artistica e culturale. Una realtà quella dell’orchestra molto significativa perché al suo interno conta anche di alcuni validi musicisti
del Collio Sloveno. Alla fine sono stati dati i prossimi appuntamenti dell’esibizione dell’orchestra per sabato 9 dicembre alle ore 18.30 a alla Villa Santa Maria della Pace di Medea e domenica 10 dicembre alle ore 18.30 al teatro comunale di Cormons.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon