Quotidiani locali

GRADISCA 

“Eggenberg” diventa marchio territoriale

GRADISCA. E per Natale Gradisca si regala... il vino dedicato agli Eggenberg. Ovvero alla Principesca Contea che ha rappresentato il periodo storico più florido e prestigioso per la Fortezza. L’operaz...

GRADISCA. E per Natale Gradisca si regala... il vino dedicato agli Eggenberg. Ovvero alla Principesca Contea che ha rappresentato il periodo storico più florido e prestigioso per la Fortezza. L’operazione di marketing storico è merito del “Comitato Eggenberg”, sodalizio di cittadini che si è impegnato a divulgare in questi mesi la storia della Contea Principesca di Gradisca, durata dal 1647 al 1717, attraverso una serie di iniziative ed eventi che nell’ultimo anno ha destato notevole interesse e che ha avviato le celebrazioni del terzo centenario, culminate con il ciclo di incontri in corso di svolgimento a cura del Comune di Gradisca assieme all’Università di Udine. Il Comitato intende chiudere questa fase con un incontro durante il quale sarà presentato il “Vino degli Eggenberg”. Che da Gradisca partissero barili di vino destinati ai principi Eggenberg è ampiamente documentato, anche nelle carte d’archivio conservate a Gradisca, come dimostra la nota del 1709 che accompagna la spedizione alla “residenza ducal di Crumau” di “vini, olio e frutti” tra cui refosco e ribolla, ma anche pesche, fichi e zibibbo. Al vino fu affidato il legame tra un casato diviso tra Boemia e Stiria, sicuramente attento ad apprezzare quelle che oggi chiamiamo “le eccellenze del territorio”. Per questo è stata creata una nuova etichetta che identifica un’edizione limitata, solo cento bottiglie di Chardonnay, prodotte dall’Azienda Borgo Conventi di Farra. L’iniziativa sarà presentata domani alle 18.30, all’Enoteca Regionale Serenissima alla presenza delle autorità, del Comitato Eggenberg e dell’enologo di Borgo Conventi Paolo Corso. Il Comitato Eggenberg è nato nel 2015 con l’intento di celebrare i 300 anni dalla fine della Contea, avvenuta nel febbraio 1717 in seguito alla morte dell’ultimo erede maschio, il principe Giovanni Cristiano II Eggenberg. Nel 1647 il Capitanato di Gradisca era stato innalzato al rango di Contea principesca e infeudato come territorio immediato dell’impero alla casata degli Eggenberg. Grazie al possesso di questo feudo, collocato in un’area periferica e
di confine, ma estremamente rilevante per gli equilibri politici e militari, essa acquisì il diritto di seggio e di voto alla Dieta imperiale e batteva moneta propria. Nel 1717 l’estinzione della linea maschile degli Eggenberg determinò il ritorno di Gradisca agli Asburgo. (l.m.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon