Quotidiani locali

Don Mauro arriva in aiuto di Cormons e Dolegna

Il nuovo vicario parrocchiale supporterà monsignor Nutarelli nelle frazioni Sabato ha officiato la prima messa a Borgnano. A lui gli auguri del sindaco

CORMONS. C’è un nuovo sacerdote ad affiancare il parroco don Paolo Nutarelli a Cormons, Dolegna e frazioni. Si tratta di monsignor Mauro Belletti: è lui il nuovo collaboratore pastorale che si affianca al già presente don Fausto Furlanut. In questi mesi, poi, c’è un quarto prete che collabora officiando alcune messe sul territorio: don Pierre Sanou.

Monsignor Belletti sarà di fatto il vice di don Paolo e prenderà sede nella frazione di Borgnano: è nella canonica del borgo infatti che si stabilirà a vivere. Il debutto di don Belletti è avvenuto questo fine settimana: la prima messa da lui officiata è stata quella di sabato nella chiesa di San Leopoldo alle 18.30. «L’arcivescovo Carlo – spiega monsignor Nutarelli – gli ha chiesto di affiancare i sacerdoti, i diaconi e le religiose nel servizio pastorale a Cormòns, Borgnano, Brazzano e Dolegna del Collio. Don Belletti ci sarà di grande supporto e in particolare potrà aiutarci a stare accanto ai fedeli delle frazioni». I due sono in contatto davvero da una vita: don Paolo era infatti un bambino nella sua Grado quando don Belletti prese l’incarico di cappellano nella parrocchia isolana. «Sono tanti anni che ci conosciamo», conferma don Mauro, che nella giornata di domenica ha conosciuto durante la festa della Misericordia in ricreatorio anche il sindaco Roberto Felcaro e le altre autorità cittadine.

L’arrivo di don Belletti garantirà un importante ausilio per i sacerdoti già presenti tra Cormons e Dolegna: don Pierre, infatti, è privo di patente e, dunque, non può spostarsi autonomamente tra le varie chiese; mentre, dopo alcuni problemi di salute, avuti qualche tempo fa, anche a don Fausto non si può chiedere di fare gli straordinari. E, dunque, don Mauro arriva a risolvere una situazione importante: tra Cormons e Dolegna, infatti, ci sono circa 8mila residenti. Lavoro, insomma, non mancherà: don Mauro avrà dalla sua l’esperienza. Originario di Begliano, ha svolto servizio sacerdotale in varie realtà, tra cui anche la non lontana Mossa, e arriva dalla vicina Medea dove ha svolto nell’ultimo anno il ruolo di vicario parrocchiale dopo essere stato parroco della piccola realtà medeense per sei anni, tra il 2010 ed il 2016. In precedenza era stato anche alla guida della parrocchia dei Santi Canziani Martiri di San Canzian d’Isonzo e della parrocchia di San Marco Evangelista di Isola Morosini. Conosce insomma assai bene l’intero territorio isontino e le sue peculiarità sociali. Caloroso il commiato di Medea nei giorni scorsi, con il sindaco Igor Godeas che lo aveva salutato con “gratitudine, affetto e riconoscenza”, descrivendo la sua presenza in paese come “un arricchimento per la comunità». «Nei suoi sette anni di azione pastorale don Mauro ha rappresentato per tutti un punto di riferimento e una guida attenta e saggia che ha accompagnato la crescita spirituale e sociale della comunità», ha detto Godeas. Il benvenuto a don Mauro a Cormons è stato dato domenica dal sindaco: Roberto Felcaro gli ha augurato buon lavoro e gli ha garantito la piena collaborazione dell’amministrazione comunale per la sua attività
pastorale. Don Mauro, sin da subito, dunque lavorerà fianco a fianco con monsignor Paolo Nutarelli come collaboratore pastorale tra le parrocchie di Sant’Adalberto, Santa Fosca a Borgnano, San Giorgio Martire a Brazzano e, appunto, San Giuseppe a Dolegna.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro