Quotidiani locali

Invasione di 230 bancarelle per il San Nicolò dei 10mila

Sono 16 i varchi di accesso in centro città tutti presidiati dalla Protezione civile con mezzi e new jersey in cemento. Alcol in contenitori di vetro solo nei locali

Sono fino a 10mila le persone attese domani a Monfalcone per la tradizionale Fiera di San Nicolò. La manifestazione riempirà tutto il centro storico e pedonale con almeno 230 bancarelle che venderanno un po’ di tutto, anche a livello di cibo e bevande. Altrettanto importante sarà però quest’anno il servizio di “safety” e, soprattutto, di “security” in ottemperanza delle nuove disposizioni anti-terrorismo del ministero dell’Interno. Tutti i 16 varchi di accesso all’area della manifestazione saranno blindati o con new jersey in cemento o con mezzi del Comune e della Protezione civile di Monfalcone. Entrambi i sistemi di dissuasione saranno posizionati a partire dalle 5 della mattina di domani per essere poi tolti subito dopo la conclusione dell’evento, in modo da limitare il più possibile i disagi ai residenti. A occuparsene sarà direttamente il personale comunale dei Servizi tecnici, chiamato a uno sforzo non da poco per garantire la perfetta riuscita della manifestazione.

Durante le fasi di allestimento della fiera Polizia locale e tecnici degli uffici competenti non permetteranno invece deroghe allo schema del Piano di sicurezza sul posizionamento delle bancarelle in modo da garantire l’accessibilità dei mezzi di soccorso in tutte le zone previste. In particolare le vie di accesso dovranno avere una larghezza libera di 3,50 metri e di 4 metri in altezza. Nel caso si dovessero verificare situazioni di sovraffollamento nelle vie o aree all’interno della Fiera, se il Centro operativo lo riterrà necessario, gli addetti provvederanno a bloccare temporaneamente la zona posizionando delle transenne e invitando le persone a proseguire per altri percorsi comunicando alle Forze dell’ordine sul territorio la decisione. Il blocco temporaneo verrà comunque rimosso non appena la situazione rientrerà nella normalità.

La presenza degli addetti antincendio, forniti da una ditta esterna, sarà organizzata in modo da garantire un’elevata attenzione e capacità di azione durante i sopralluoghi. Ogni addetto verrà affiancato da un volontario della Protezione civile per formare una squadra che durante la giornata della manifestazione seguirà un percorso prefissato all’interno dell’area in modo da ottenere un continuo controllo sullo svolgimento della manifestazione e intervenire tempestivamente nel caso vengano rilevate problematiche che possano essere fonte di pericolo. Nell’ultima riunione organizzativa, è stata confermata la presenza di quattro squadre dalle 8 alle 14 e dalle 21 a fine manifestazione e di sei tra le 14 e le 21, nell’orario di maggiore affollamento.

Per garantire i 50 volontari necessari nell’arco della giornata la Protezione civile di Monfalcone ha dovuto ricorrere ai rinforzi che martedì arriveranno dai nuclei comunali di Duino Aurisina, Ronchi dei Legionari, Cormons e Gradisca. Compito degli uomini e donne della Protezione civile sarà quello di segnalare qualsiasi anomalia o situazione problematica alla Centrale operativa del Comando della Polizia locale, cui saranno portati, solo da addetti delle forze dell’ordine, anche i bambini che dovessero perdersi. Pure il personale presente in ciascuno dei 16 varchi che saranno presidiati sarà in costante contatto via radio con la Centrale operativa sia per essere allertato sulla necessità di far transitare dei mezzi di soccorso sia per segnalare a loro volta la presenza di persone sospette e quindi far intervenire le forze dell’ordine. A garantire il primo soccorso saranno invece, nell’arco della giornata, tre squadre della Croce rossa italiana di Monfalcone, presente inoltre con un mezzo.

A completare il quadro delle misure assunte, soprattutto in ossequio ai decreti in materia di anti-terrorismo, c’è anche l’ordinanza del sindaco Anna Cisint che rinnova per la giornata il divieto di vendere alcolici in bottiglie di vetro da parte degli ambulanti e anche da parte dei locali pubblici insediati nell’area della fiera e nel raggio di 100 metri dal perimetro esterno della stessa. Il consumo di alcol in contenitori di vetro sarà permesso, come nelle occasioni precedenti di applicazione dell’ordinanza, solo all’interno dei locali. Per chi contravviene al provvedimento, in vigore dalle 8 alle 24, le sanzioni andranno da 50 a 300 euro. Un’altra ordinanza è stata emessa per regolare il traffico e
soprattutto per individuare i percorsi alternativi dei mezzi di trasporto pubblico locale. Anche quest’anno sarà in ogni caso a disposizione un servizio di bus navetta dall’ospedale di San Polo al centro organizzato da Apt in collaborazione con il Comune.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon