Quotidiani locali

C’è il comandante dei vigili Stretta su degrado e camion

Primo giorno di servizio per Rudi Bagatto, responsabile della Polizia locale Incontro con gli agenti assieme al passaggio di consegne dalla vice Solidoro

La prima presa di contatto con Monfalcone da nuovo comandante della Polizia municipale Rudi Bagatto l’ha avuta ieri mattina in pieno centro. Con il sindaco Anna Cisint, l’assessore al Commercio Luca Fasan, la vicecomandante Manuela Solidoro, i tecnici dell’Ufficio mobilità e i responsabili del cantiere della ristrutturazione del municipio, ha valutato l’organizzazione dell’area tra piazza della Repubblica e Unità e la corsia interna di via Fratelli Rosselli, dove dovranno convivere dai prossimi giorni attrazioni natalizie, transito dei mezzi pubblici e dei taxi e operare le imprese esecutrici dei lavori nel palazzo del Comune (per quanto siano ormai in dirittura d’arrivo).

I compiti che attendono il successore di Walter Milocchi, vice della Polizia locale a Trieste ormai da sei mesi, si profilano comunque più impegnativi. Il mandato assegnato dal sindaco e dall’amministrazione comunale è del resto chiaro: in cima alle priorità c’è l’attuazione del Regolamento di polizia urbana e delle strategie “anti degrado”, che si tratti di controllo del territorio o di “convincere” i ciclisti a non percorrere le vie controsenso o i marciapiedi e a dotare i propri mezzi di luci per non essere invisibili non appena cala il buio, con notevoli rischi per se stessi e per gli automobilisti.

Al servizio della città il neocomandante metterà di certo, come ha spiegato ieri, l’esperienza nel controllo del traffico pesante maturata nel corso dei sei anni, dal 2010 al 2016, in cui è stato responsabile del servizio del Comune di San Canzian d’Isonzo e di quello associato che coinvolgeva quasi tutti i piccoli centri del mandamento. In questi anni la polizia locale di San Canzian ha effettuato verifiche stringenti sul trasporto su gomma, condividendo con Monfalcone i problemi creati in particolare da quello “pesantissimo” delle bramme sbarcate a Portorosega e dirette ai laminatoi di San Giorgio di Nogaro. Al di là dei controlli, che anche Monfalcone ha intenzione di rafforzare, il nuovo comandante si troverà, salvo contrordini, ad attuare la deviazione del traffico delle bramme lungo via Terza armata, la Sr 14 e poi la Strada regionale 55 “del Vallone”.

Il sindaco non ha affatto cambiato idea, come ha avuto modo di chiarire anche al nuovo responsabile dei vigili urbani, cui spetterà anche dare seguito al lavoro di riorganizzazione del corpo avviato dall’amministrazione in questi mesi con la vicecomandante Solidoro. «Devo ringraziarla e in modo non formale – ha detto ieri Cisint – per il molto lavoro svolto in questi mesi in cui si è riusciti ad avviare quanto previsto dal regolamento comunale e la riorganizzazione della sosta nel rione di Panzano. Il comandante avrà vicino una validissima collaboratrice».

Non
appena entrato in servizio Bagatto, 37 anni, friulano, due lauree (in Giurisprudenza e Scienze politiche) ieri ha incontrato tutti gli agenti del corpo, a ranghi pieni dopo le assunzioni effettuate nel corso dell’anno dall’amministrazione comunale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik