Quotidiani locali

botta e risposta 

Ziberna: «Piroette del Pd sull’immigrazione»

Il sindaco risponde a Perazza e Restaino: «I meriti dei trasferimenti sono del Comune»

«Siamo alle comiche, il Pd goriziano, dopo essere andato per mesi a traino del Forum, sposando le folli iniziative di quest’ultimo, volte ad aprire nuovi centri profughi a Gorizia, oggi, fa una piroetta e sposa la linea che sto portando avanti da mesi, ovvero il trasferimento dei richiedenti e un’indagine sui flussi. Da non crederci».

Il sindaco Rodolfo Ziberna ironizza sull’intervento di Franco Perazza e Angiola Restaino del Pd che assegna il merito del trasferimento dei profughi al partito nazionale e regionale. «La verità è che sono rimasti spiazzati dall’intervento dell’assessore regionale Torrenti, il quale ha riferito ciò che era stato deciso a Roma dopo le nostre continue pressioni e l’impegno assunto dal ministro dell’Interno Marco Minniti con il sottoscritto. Ho sempre chiesto il trasferimento mentre il Pd chiedeva i bagni chimici, così da attrarre ancora più richiedenti in Galleria. Ho sempre detto che Gorizia ha troppi profughi e che bisogna scendere di numero, mentre il Pd diceva che ero disumano e che bisognava trovare una sistemazione a Gorizia anche per le centinaia di richiedenti in continuo arrivo. E mentre si chiamavano a raccolta intellettuali e media amici per evidenziare quanto la città era inospitale io mi battevo per attirare l’attenzione sui flussi anomali che, improvvisamente stavano aumentando in modo eccessivo. Finalmente si è capito che avevo ragione e che la situazione rischiava davvero di degenerare».

Continua Ziberna: «Ultimamente si era giunti a circa una trentina di arrivi al giorno, addirittura, provenienti anche da altre città italiane. Continuando questa media avremmo avuto circa 900 persone al mese, oltre 10mila in un anno. Pensano che possa trattarsi di flussi normali, da gestire con due bagni e un altro centro di accoglienza? Pensano che sia normale che questo accada, ovvero che ci sia gente che si muove dal resto d’Europa e dal resto d’Italia per venire a dormire in Galleria? Ecco, quando
si saranno dati una risposta a queste domande, forse, potranno cominciare a capire le mie preoccupazioni, fatte proprie, alla fine, dal governo e dalla Regione, e gli interventi che ne sono conseguiti. Ma non è finita. Mi auguro che l’indagine sui flussi prosegua e vada fino in fondo».

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon