Quotidiani locali

Ricorso al Riesame dei legali degli arrestati per la rapina a mano armata di Gradisca

Faranno ricorso al Tribunale del riesame i legali di Stepan Petrosyan e Michele Furlan, i due isontini accusati della rapina a mano armata dell'altra settimana in via Gorizia, a Gradisca d'Isonzo, ai...

Faranno ricorso al Tribunale del riesame i legali di Stepan Petrosyan e Michele Furlan, i due isontini accusati della rapina a mano armata dell'altra settimana in via Gorizia, a Gradisca d'Isonzo, ai danni della famiglia Spessot titolare della storica osteria "Mulin Vecio". A preannunciarlo è la legale di Petrosyan, avvocato Francesca Negro, che precisa che «l'arresto nei confronti del mio assistito non è stato convalidato dal gip di Gorizia - premette Negro -. Un tanto non essendo stati ravvisati, nei confronti del sig. Petrosyan Stepan, gli estremi della flagranza o della quasi flagranza legittimanti l'arresto». Ai sensi di legge è in stato di flagranza «chi viene colto nell'atto di commettere il reato ovvero chi, subito dopo il reato, è inseguito dalla polizia giudiziaria, dalla persona offesa o da oltre persone ovvero è sorpreso con cose o tracce dalle quali appaia che egli abbia commesso il reato immediatamente prima». «Orbene nel caso di specie il gip, in sede di udienza svoltasi il 23 novembre prosegue Negro - non avendo ravvisato gli estremi della flagranza o quasi flagranza legittimanti l'arresto del Petrosyan, non ha convalidato quest'ultimo, limitandosi solo ad applicare
la misura cautelare della custodia in carcere». Negro precisa inoltre come Petrosyan, che ha precedenti per droga, «non è mai stato gravato da precedenti condanne per reati contro il patrimonio», a differenza di quanto riportato in un comunicato stampa dei carabinieri. (l.m.)


TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro