Quotidiani locali

Dalla “Castagnata” aiuti al Burlo e al Centro Alzheimer

MORARO. La “Castagnata del donatore”, organizzata di recente a Moraro dalla sezione Fidas Isontina locale, è stata un’occasione di festa, di aggregazione e di solidarietà, ma anche un momento per...

MORARO. La “Castagnata del donatore”, organizzata di recente a Moraro dalla sezione Fidas Isontina locale, è stata un’occasione di festa, di aggregazione e di solidarietà, ma anche un momento per riflettere su un anno, quello che sta volgendo al termine. che è stato caratterizzato da una flessione nel numero globale delle donazioni, cioè sia di sangue, sia di plasma.

Un aspetto che desta qualche preoccupazione per il futuro e che si è manifestato anche a livello regionale e nazionale.

C’è la necessità di sensibilizzare sempre più i donatori e soprattutto i giovani verso l’altruismo e la generosità del dono. L’altro aspetto della giornata riguardava il momento di socialità e di festa che la “Castagnata” ha sempre saputo rappresentare e che si è rinnovata anche quest’anno con lo spirito dei giorni migliori, a dimostrazione che la voglia di incontrarsi e stare assieme nella comunità fortunatamente non conosce momenti di crisi. A fare gli onori di casa la presidente Violetta Vecchiet e i membri del consiglio direttivo. Presenti le autorità locali , i rappresentanti delle associazioni e numerosi donatori e simpatizzanti.

Nell’ambito della “Castagnata” c’è stato anche spazio per l’iniziativa della “pastasciutta
della solidarietà” che ha permesso alla sezione morarese della Fidas di raccogliere 650 euro che saranno e devoluti in beneficenza. Serviranno a finanziare l’attività dellospedale infantile di Trieste Burlo Garofolo e il Centro per malati di Alzheimer di Gorizia. (m.s.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro