Quotidiani locali

al microscopio

Manipolazioni genetiche. Ecco l’Homo sapiens 2.0

Dopo i cereali geneticamente modificati e i super-salmoni, sono ormai centinaia anche gli esseri umani Ogm

Abbiamo decine di cereali geneticamente modificati per resistere a parassiti, crescere in ambienti difficili e produrre vitamine; funghi che resistono al passare del tempo sugli scaffali; da poche settimane anche la mela “artica” che, una volta affettata, non si ossida e non diventa marrone. Abbiamo anche zanzare modificate che resistono alla malaria, salmoni che crescono il doppio di quelli normali, filetti di pesce ottenuti da cellule staminali cresciute in laboratorio, maiali i cui organi si possono trapiantare nell’uomo. Per non parlare delle migliaia di topi, moscerini e vermi geneticamente modificati che usiamo quotidianamente nei laboratori di ricerca.


Ma sono ormai centinaia anche gli esseri umani Ogm. Quelli sopravvissuti ai tumori grazie ai globuli bianchi ingegnerizzati in laboratorio per distruggere le cellule tumorali. O le decine di bambini sopravvissuti grazie alla terapia genica - che ha corretto un difetto mortale del sistema immunitario – che ora vanno a scuola e fanno una vita normale. Quest’anno, a marzo, un laboratorio in Cina ha corretto, in embrioni umani, i difetti genetici che causano il diabete e la talassemia. Un altro in Oregon ha cancellato una mutazione che determina ipertrofia cardiaca finora curabile solo con il trapianto di cuore. Nei prossimi mesi, inizieranno nel Regno Unito i primi trattamenti basati sulla sostituzione dei mitocondri, gli organelli che forniscono energia alle cellule, i cui difetti causano malattie incurabili dei muscoli e del cervello.


Saremo uomini migliori, una specie di Homo sapiens 2.0 con tutte queste possibilità di intervento genetico? Difficile dirlo, e francamente lo scenario fa un po’ spavento. Chi vieterà di usare queste tecnologie anche per migliorare l’aspetto fisico e i tratti del comportamento? Chi garantirà l’accesso a tutti, anziché fomentare un’eugenetica per i ricchi che

se lo possono permettere? In fondo, la società già consente – e premia – chi si ingegna a diventare più bello e più giovane con pillole, iniezioni e chirurgia plastica. Chiudere ora la porta dell’ovile alle manipolazione genetiche è troppo tardi, anche perché gli animali sono già scappati.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista