Quotidiani locali

La Festa degli alberi con il rito dell’ulivo assieme a 170 alunni

La cerimonia all’elementare di Gonars non solo un simbolo Il sindaco Del Frate: «Il rispetto dell’ambiente inizia a scuola»

GONARS. Tradizionale festa degli alberi a Gonars per gli alunni della locale Scuola primaria. Nell’ampio cortile delle elementari 170 ragazzi davanti ad un’altrettanto folta schiera di genitori hanno cantato e recitato poesie ricordando l’importanza della natura e degli alberi nel nostro pianeta. La singolare manifestazione, che si tiene ormai da quattro anni, è stata organizzata dal corpo docente e coordinata dalla maestra Cristina Stradolini, assessore alla Cultura del Comune di Gonars.

Nel corso del suo intervento, il sindaco Marino Del Frate ha ricordato i cambiamenti climatici che sono sotto gli occhi di tutti e ha ribadito l’importanza dell’educazione ambientale, che inizia proprio dalle scuole elementari, per la salvaguardia dell’ecosistema planetario e della quale la festa degli alberi è un caposaldo.

A fine cerimonia i rappresentanti del consiglio comunale dei ragazzi capeggiati dal sindaco Nicholas Bruno munito di fascia tricolore, insieme a Del Frate hanno messo a dimora un ulivo. Al termine della manifestazione il gruppo alpini di Gonars ha offerto una castagnata a tutti i presenti.

«Questa Festa degli alberi non rappresenta solo un evento simbolico orientato alla salvaguardia del patrimonio naturale, comunque di fondamentale importanza – ha asserito il sindaco Marino Del Frate -. Sta infatti a dimostrare ulteriormente quanto l’amministrazione sia vicina agli istituti scolastici locali e ritenga una priorità il sostegno di tutte le iniziative che riguardano la crescita degli alunni. Il Comune ha investito molto nel miglioramento delle strutture e nelle dotazioni più moderne a livello didattico. Voglio ricordare – ha concluso – che, per quanto riguarda le scuole primarie, siamo tra i primi ad aver adottato il
progetto “A scuola senza zaino” e che praticamente tutte le classi di medie ed elementari sono dotate di lavagne computerizzate, grazie anche all’intervento del Rotary club Cervignano–Aquileia–Palmanova che ha finanziato in questi due anni le dotazioni».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik