Quotidiani locali

Opere d’arte abbelliscono il centro a Savogna

Accordo fra l’amministrazione comunale e l’associazione Skultura di Sant’Andrea che le donerà

SAVOGNA. Il centro di Savogna d’Isonzo sarà abbellito ed impreziosito da tre nuove opere d’arte dal forte significato simbolico. Il merito è dell’accordo tra l’amministrazione comunale e l’associazione “Skultura 2001” di Sant’Andrea, a Gorizia, che donerà ai “vicini di casa” di Savogna tre delle sculture realizzate durante una delle edizioni del tradizionale simposio internazionale promosso a cadenza biennale dal sodalizio.

«Per certi versi era un vuoto che dovevamo colmare – racconta Mario Brescia, presidente dell’associazione “Skultura 2001” di Sant’Andrea –. Abbiamo molte delle nostre scultura in diverse realtà dell’Isontino e della regione, ma fino ad ora Savogna d’Isonzo, pur essendo la realtà più vicina a noi, mancava. Così abbiamo pensato a questa donazione». Tre come detto sono le sculture che finiranno a Savogna, e al di là del valore estetico ed artistico, porteranno con sé un importante messaggio simbolico. Fermo restando che sarà ovviamente il Comune di Savogna a dover stabilire in ultima istanza dove e quando collocare le opere, l’associazione “Skultura” ha ipotizzato una serie di soluzioni di un certo impatto. Due delle sculture, “L’abbraccio” di Robin Soeve di Contovello, e “L’unione fa la forza” di Sisto Lombardo di Biella, potrebbero ad esempio impreziosire il nuovo parco urbano recentemente ultimato nel cuore del paese, dove un tempo c’era il campo sportivo e proprio sopra l’autostrada Gorizia-Villesse.

«Potrebbe essere una soluzione, visto che quel luogo si configura soprattutto come meta di incontro e conoscenza, per i cittadini ed i giovani in particolare», considera Brescia.

La terza opera, “Due fratelli” dello sculture Michele Petruzo di Doberdò del Lago, sarebbe invece adatta per valorizzare uno dei siti legati alla Grande Guerra, sul territorio di Savogna d’Isonzo.
Raffigura infatti due fratelli che combattono l’uno contro l’altro su fronti opposti. Tutta da stabilire, un’ipotesi potrebbe essere quella di legare l’evento alle celebrazioni per il patrono del paese, San Martino, tra sabato 11 e domenica 12 novembre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro