Quotidiani locali

Traffico in tilt sul Vallone dopo lo schianto

Frontale tra due auto all’incrocio con la strada provinciale 15. Danni ingenti ai mezzi coinvolti, arriva l’elisoccorso ma feriti lievi

DOBERDÒ DEL LAGO. Un incidente tra due automobili all’altezza del ristorante “da Milijo” ha rallentato ieri mattina la circolazione creando file di automobili e camion sulla statale 55 dell’Isonzo, detta del Vallone e sulla sp 15. Lo scontro è avvenuto poco prima delle 8 creando disagi ai tanti pendolari che utilizzano la 55 per spostarsi tra Gorizia, Monfalcone e Trieste. Coinvolti nell’incidente sono stati due cittadini di nazionalità slovena. Secondo la ricostruzione, nell’immettersi sul Vallone dalla provinciale 15 verso Gorizia, la Fiat Marea condotta da R. V. proveniente da Doberdò ha tagliato la strada a una Opel Vectra Tdi che procedeva in direzione Trieste. Alla guida dell’auto tedesca si trovava una 69enne di Opacchiasella (I. Z. le iniziali). Trovandosi all’improvviso la strada sbarrata, la donna non ha potuto evitare l’ostacolo. Nello scontro semifrontale, ad avere la peggio è stata proprio lei. Il veicolo ha riportato danni ingenti, ma le condizioni della signora non sarebbero gravi. In via precauzionale era stato, in ogni caso, allertato l’elisoccorso; il trasferimento aereo non è stato tuttavia necessario e dopo aver prestato le prime cure sul posto, il personale del 118 ha accompagnato la donna all’ospedale di Monfalcone in ambulanza. Anche se in evidente stato di schock, I. Z. è riuscita a telefonare al figlio per avvisarlo dell’incidente. L’uomo è però arrivato sul posto dopo la partenza dell’ambulanza verso Monfalcone. A eseguire i rilievi sono stati i carabinieri della stazione di Doberdò che in una quarantina di minuti sono riusciti a riaprire al traffico l’incrocio tra le due strade. Dopo lo scontro i due veicoli si sono ritrovati di traverso sulla carreggiata ingombrando entrambe le corsie di marcia. La parte anteriore della Opel vectra è andata completamente distrutta e dal motore si sono riversati sull’asfalto diversi liquidi. A mettere in sicurezza la carreggiata sono stati i vigili del fuoco del comando provinciale di Gorizia.

Non sfugge che l’incidente è accaduto nei pressi di un tratto tra i più pericolosi della 55 e tra i più significativi da un punto di vista storico. Il Piccolo nello scorso aprile aveva segnalato come il bivio per Doberdò è da anni abbandonato alla precarietà. Rappresentata dalle barriere di plastica di colore bianco e rosso (New Jersey per i tecnici). Responsabile di tale spregio alla memoria è l'ex Provincia di Gorizia, che ancora nel 2013 aveva deliberato di migliorare quel tratto di viabilità e metterlo in sicurezza. Con ciò stabilendo che così com'era non era sicuro. E si abbandona all'insicurezza un punto così delicato? L'investimento complessivo ipotizzato dalla giunta Gherghetta era di
450mila euro. Ma dalle parole non si è mai passati ai fatti. A bloccare tutto sarebbe stato il limite di spesa imposto dal patto di stabilità. Da quando la Provincia ha passato le consegne alla Regione sul bivio di Devetachi è calato il buio più completo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon