Quotidiani locali

il provvedimento

Austria, limite di 100 km sulle autostrade carinziane

Il provvedimento, al vaglio del Ministero delle Infrastrutture, è motivato da ragioni ambientali: ridurre l’inquinamento acustico

KLAGENFURT. Tra non molto, forse già entro la fine dell’anno, un viaggio fino a Klagenfurt richiederà più tempo. Il Land Carinzia, infatti, intende imporre un limite di velocità di 100 chilometri all’ora lungo l’intero tratto autostradale tra lo snodo di Villaco e il capoluogo regionale.

In altre parole, gli automobilisti italiani potranno percorrere l’autostrada fino al confine di Stato a 130 chilometri all’ora; proseguire sempre a 130 fino a Villaco (tranne un breve tratto con limite a 100) e poi, dallo snodo autostradale per Salisburgo-Lubiana, percorrere gli ultimi 40 chilometri fino a Klagenfurt a 100 all’ora.

leggi anche:

Il provvedimento, che attualmente è al vaglio del Ministero delle Infrastrutture che ha competenza sulle strade federali e sulle autostrade, non è motivato da esigenze di sicurezza, ma da ragioni ambientali: ridurre l’inquinamento acustico, dato che in molti tratti l’autostrada corre a fianco di centri abitati, in cui risiedono circa 6.000 persone, disturbati dal rumore dei veicoli (per 1.300, troppo vicine all’arteria, il livello del suono supererebbe addirittura la soglia di sopportabilità).

Prima di decidere di porre un freno agli automobilisti il Land Carinzia aveva commissionato una perizia allo studio Planum di Graz, specializzato in pianificazione territoriale, mobilità e ambiente. I tecnici avevano rilevato il volume del rumore in autostrada e gli effetti che ne sarebbero derivati da una riduzione della velocità rispettivamente a 100 e a 60 chilometri all’ora, sia per le auto che per i camion. Il risultato con un limite di 100 all’ora e stato un contenimento delle emissioni sonore di 3 decibel.

leggi anche:

«Questo calo – ha spiegato nella sua perizia l’ing. Kurt Fallast, titolare dello studio – è equiparabile alla percezione del rumore che si avrebbe con un dimezzamento del traffico». Insomma, è come tornare indietro nel tempo agli anni in cui l’autostrada meridionale della Carinzia non era ancora invasa dai veicoli del Centro ed Est Europa.

A farsi promotore di un limite di velocità all’interno della giunta carinziana è stato l’assessore verde Rolf Holub, il quale nega che nel provvedimento c’entri la politica e la prossima campagna elettorale. L’esigenza di ridurre l’inquinamento acustico gli era stata manifestata con petizioni dai sindaci dei Comuni attraversati dall’autostrada, nessuno dei quali appartiene al partito dei Verdi.

Critiche non politiche, ma tecniche, vengono avanzate invece dall’Arbö, uno dei due club automobilistici austriaci: la sua perizia sui rumori e quella eseguita dall’Asfinag (la società autostradale) contraddirebbero la tesi dell’assessore Holub. A farne le spese – sostiene l’Öamtc (l’altro club automobilistico) – sarebbero i pendolari che usano ogni giorno l’autostrada e che allungherebbero i tempi per recarsi al lavoro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista