Quotidiani locali

il caso

Trieste, l'Arpa: "Altri sforamenti, la Ferriera anticipi lo stop all'altoforno"

Nota ufficiale dell'Agenzia regionale per l'ambiente che, sulla base degli ultimi dati sulle polveri, evidenzia la necessità di nuovi interventi da parte della proprietà dello stabilimento

TRIESTE Siderurgica triestina dovrebbe anticipare la fermata dell'altoforno della Ferriera per fermare gli sforamenti delle emissioni di polveri dall'impianto. Questo è quanto consiglia Arpa in una nota trasmessa oggi, venerdì 11 agosto 2017, alla proprietà e alla Regione Fvg, con i risultati delle misure delle polveri rilevate nel mese di luglio nei deposimetri di Servola

Il rapporto evidenzia il mancato rispetto degli obiettivi di polverosità stabiliti nell'autorizzazione Aia in tre diverse postazioni di rilevamento: «Le misure messe in atto dal gestore, in attuazione della diffida della Regione dello scorso mese di giugno, non sono state dunque finora sufficienti a rispettare i valori obiettivo di polverosità», si legge nel comunicato.

L’Agenzia evidenzia pertanto la necessità che il gestore «individui ed attui, oltre alle azioni previste espressamente nell’autorizzazione, ulteriori azioni in grado di ridurre le emissioni di polveri provenienti,

in particolare, dall’altoforno, indicando espressamente, tra le ulteriori azioni possibili per ridurre efficacemente le emissioni di polveri, anche la fermata della produzione dell'altoforno anticipando quella già programmata (a settembre, ndr) per la sostituzione della bocca di carico».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics