Quotidiani locali

istria

Alitalia decolla verso la costa croata 

Nuovi collegamenti diretti da Roma. Gli aeroporti di Spalato e Ragusa in forte crescita grazie ai turisti

Nuovi investimenti. Dopo due anni di assenza, Alitalia torna a fare rotta sulla costa croata. Da ieri la compagnia serve infatti l’aeroporto di Spalato, da Roma, con due voli settimanali, mentre dal 23 luglio atterrerà anche a Ragusa (Dubrovnik) sempre da Roma e con la stessa regolarità.

Effetti del boom-turismo. L’annuncio di Alitalia si inserisce in un trend internazionale che sta trasformando gli aeroporti di Istria e Dalmazia in scali sempre più richiesti.È il caso ad esempio della pista di atterraggio di Pola, che a marzo è stata riaperta dopo due mesi di lavori e che ora è pronta ad accogliere 600mila passeggeri l’anno (il 40% in più rispetto al 2016). E la situazione non è diversa 700 chilometri più a sud, a Ragusa, dove la costruzione di un nuovo terminal inizierà a breve, dopo che la Commissione europea ha assicurato un investimento da 95 milioni di euro. L’obiettivo, qui, è quello di arrivare a quota 4 milioni di turisti in arrivo entro il 2032, il doppio di quelli che attualmente atterrano nella “Perla dell’Adriatico”.

leggi anche:



Alitalia dunque è in buona compagnia. Nuove rotte sono state annunciate quest’anno da Eurowings, che ora collega Colonia e Fiume (l’aeroporto è sull’isola di Veglia) e da British Airways che vola a Pola direttamente da Londra. Nel 2016 il numero di turisti britannici in arrivo nella città istriana è peraltro salito del 20% rispetto all’anno precedente, tanto che oggi i cittadini del Regno unito rappresentano quasi un terzo del traffico totale dell’aeroporto. All’inizio della bella stagione, inoltre, anche la tedesca Lufthansa è atterrata a Pola con un volo da Francoforte stabilendo una connessione diretta molto importante per l’Istria, dato che la collega a uno degli aeroporti più grandi al mondo.

Se Alitalia ha scelto invece di puntare su Spalato e Ragusa, è perché si tratta di due mete turistiche estive tra le più popolari per i nostri connazionali e di due snodi cardine, in Dalmazia, per raggiungere le isole croate. Nel dettaglio, i voli Roma-Spalato saranno attivi il venerdì e la domenica (nel mese di luglio) e il martedì e la domenica (ad agosto e settembre). I collegamenti fra Roma e Ragusa opereranno invece il martedì e la domenica.

I dati. Nei flussi turistici con destinazione Croazia, che hanno portato nel Paese un totale di 13,8 milioni di visitatori esteri nel solo 2016 (con un aumento dell’8,7% rispetto rispetto all’anno precedente), il traffico aeroportuale gioca un ruolo decisivo. Nel 2016 i sette aeroporti croati hanno registrato per la prima volta l’arrivo di oltre 8 milioni di passeggeri, con un balzo di quasi 900mila rispetto al 2015. Oltre allo scalo di Zagabria, che ha registrato 2,7 milioni di arrivi, gli aeroporti più importanti sono stati proprio quelli di Spalato e di Dubrovnik, scelti ciascuno da circa due milioni di passeggeri. E quest’anno, i numeri record del 2016 saranno molto probabilmente superati senza difficoltà. La sola Istria ha annunciato già a giugno di aver superato a giugno i 4 milioni di pernottamenti, realizzando un aumento del 37% rispetto all’anno scorso.

 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon