Quotidiani locali

Tragedia in via Commerciale a Trieste: anziano muore investito da auto

L'incidente nel vialetto all'altezza del civico 49, uomo di 80 anni ucciso dallo schianto. L'esatta dinamica è ancora da accertare

Ha perso la vita ai piedi di casa sua, per colpa di un banale quanto maledetto incidente. Luigi Salvatore, 84 anni, ex medico di famiglia, è stato infatti investito intorno alle 12.30 di ieri da un’auto che procedeva in retromarcia nella stradina di una corte racchiusa da un gruppo di stabili, corrispondenti ai numeri civici dal 47 al 49 di via Commerciale, nella zona in cui lui stesso abitava.

L’auto, una Kia Sportage con targa slovena, guidata da una donna di 64 anni, J.T. le sue iniziali, proprio durante una manovra in retromarcia ha purtroppo investito l’anziano uccidendolo sul colpo. Nessun testimone sul posto, in quel preciso momento, solo una vicina del quartiere che udendo il rumore dello schianto si è affacciata dal balcone e ha immediatamente allertato i soccorsi chiamando il “112”. Soccorsi arrivati di lì a poco con un’ambulanza e un’automedica: malgrado il breve lasso di tempo trascorso tra la chiamata e l’intervento in loco, i sanitari non hanno potuto che constatare la morte di Salvatore.

La donna alla guida dell’auto è stata trasportata all’Ospedale di Cattinara per accertamenti e controlli, e soprattutto per evitare che potesse avere un malore in conseguenza del forte stato di choc in cui era venuta a trovarsi a causa dell’accaduto. Silenzio irreale e sconcerto tra i passanti e i vicini che, tornando casa per il pranzo, dopo le prime fugaci e rispettose richieste di informazioni ai presenti, abbassavano il capo affranti, stupiti. «Ma com’è possibile una cosa del genere in una strada privata?», si è chiesto sottovoce un vicino portando le mani al volto, sfiorando con lo sguardo, rispettoso, quella persona riversa sull’asfalto, coperta da un lenzuolo.

L’ottantaquattrenne era conosciuto e ben voluto da tutti nel quartiere, ed era padre di un cardiologo. Era sceso per andare a comprare il quotidiano, un’abitudine guidata anche dallo scopo di uscire e fare due passi. E magari per scambiare quattro chiacchiere con qualche conoscente incontrato lungo il tragitto. Abitudine comune a molti anziani ancora attivi e partecipi, così come piaceva essere ancora al signor Luigi. «Una persona distinta, sempre gentile e affabile con tutti. Il nonno che tutti avremmo voluto», ha spiegato sottovoce una giovane donna con il volto rigato dalle lacrime. Sul luogo della tragedia, a un certo punto, sono giunti anche i parenti della vittima. Prima la moglie, travolta dal dolore, accudita e confortata da un dottoressa del Sistema 118 e da alcuni vicini.

Poi il figlio medico, che l’ha abbracciata a lungo, in un silenzio irreale. Sul posto, quasi in contemporanea con i sanitari del “118”, sono piombate diverse auto del Reparto motorizzato della Polizia locale che, di lì a poco, hanno isolato la zona dell’investimento e hanno preso i rilievi per stabilire le esatte dinamiche dell’accaduto. Richiesto anche l’intervento di una squadra dei Vigili del fuoco, ma la loro presenza è stata, purtroppo, più che altro di conforto ai familiari della vittima della strada, essendo ormai inutile ogni possibile intervento per soccorrere e salvare la vita all’ottantaquattrenne.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare