Quotidiani locali

Gli studenti si mobilitano: «A Trieste più bus alla sera»

Già più di cento firme sulla petizione di un allievo del liceo Galilei. Si punta a coinvolgere il Consiglio comunale

TRIESTE Potenziare le linee notturne degli autobus, in particolare nei fine settimana. È la proposta avanzata da Marko Pejatovic, studente diciottenne, iscritto al quinto anno del liceo Galilei.

La petizione, sottoscritta ad oggi da oltre un centinaio di studenti, è indirizzata al sindaco Roberto Dipiazza, alla giunta e al Consiglio comunale, oltre che alla Trieste Trasporti.

Il giovane si è rivolto ai consiglieri del Movimento Cinque Stelle Paolo Menis e Alessandro Imbriani per la stesura definitiva della mozione.

La cosa non stupisce, considerato che il tema del trasporto pubblico è tra i principali del programma politico proprio dei Cinque Stelle. Dice lo stesso Pejatovic: «I due consiglieri mi hanno dato una mano per quanto riguarda la versione definitiva da presentare, ma per me si tratta di una richiesta di carattere apartitico».

Come recita la premessa «è da anni che la mancanza di questo servizio, utile ad una buona parte dei residenti a Trieste, persiste senza alcun tipo di provvedimento da parte degli organi responsabili». Da qui l’idea di rivolgere un appello alle istituzioni, tramite una raccolta firme aperta a tutti. «Quello del trasporto pubblico serale e notturno è un argomento molto sentito in particolare dai giovani - commenta Pejatovic - e in queste settimane ho notato grande entusiasmo, segno che si tratta di una necessità comune a molti». Un'istanza che, come ricorda il giovane, parte dall’esperienza personale: «Ho voluto dare voce allo scontento e alle esigenze di molti studenti che sono spesso in difficoltà a causa di questo problema - prosegue - e io stesso in diverse occasioni mi sono trovato a dover tornare a casa a piedi o in taxi in tarda serata».

Il testo con la proposta sta circolando in diverse scuole superiori della città: «Ho contattato i rappresentanti e parecchi ragazzi dei licei e degli istituti tecnici di Trieste, alcuni di loro hanno deciso di affrontare la cosa nelle assemblee studentesche e di organizzare momenti di approfondimento e confronto fuori dall’orario curricolare», ricorda Pejatovic, sottolineando l’importanza della circolazione del documento.

Il pubblico a cui la proposta è rivolta è principalmente giovanile, ma naturalmente tutti possono aderire tramite sottoscrizione. Per la raccolta delle firme, sono in programma alcune iniziative

ospitate dai banchetti del Movimento Cinque Stelle: domani dalle 16 alle 19 in via delle Torri e sabato dalle 10 alle 13 in piazza Cavana. Se superasse i duecento firmatari, il testo potrebbe approdare in Consiglio comunale. Non resta che aspettare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro