Quotidiani locali

Palatendon di Staranzano fra disco e proteste

Un gruppo di residenti: «C’è gente che deve andare a lavorare». Battistutta replica: «Musica abbassata»

STARANZANO. «Ieri, domenica, a mezzanotte abbiamo chiuso e spento completamente la musica, anche se avevamo il permesso fino all’una. Sabato sera, invece, siamo andati oltre l’una, ma posso garantire che a mezzanotte abbiamo abbassato il volume nell'orario prestabilito. Alla Cavalchina bisiaca il permesso è fino alle 2, ma all’ora stabilita abbasseremo la musica». Davanti alle critiche di alcuni residenti per la musica troppo forte Roberto Battistutta si difende. È il coordinatore del Comitato No-Profit assieme alle associazioni culturali e sportive di Staranzano, delle manifestazioni di “Che ràza de Carneval” che si svolgono sotto il "Palatendòn de Staranzan" a ingresso gratuito, allestito in via Gorizia in prossimità del plesso scolastico di piazzale Unicef.

«Come organizzazione - dice - abbiamo la coscienza a posto, stiamo rispettando gli orari e non capisco coloro che protestano. Via Gorizia già da qualche anno è diventata una delle mete preferite per festeggiare il Carnevale nell’Isontino sotto la tensostruttura. Un'occasione per accogliere migliaia di persone al coperto. La gente si diverte nel rispetto delle regole. Invitiamo, perciò, fin d’ora alla nostra festa quelli che fanno polemiche, in modo che si rendano conto di persona del nostro comportamento corretto». Ieri uno dei residenti che abita nella zona del campo sportivo, portavoce della protesta, ha segnalato che «fin oltre la mezzanotte viene prodotta una musica assordante con livelli di amplificazione oltre il normale. Queste manifestazioni - dice - non sono consone in un centro abitato dove vive gente che si alza alle 5 del mattino per andare a lavoro e anziani che possono soffrire per le vibrazioni sonore. Nessuno dice di non fare manifestazioni, ma il volume degli impianti dovrebbe essere tenuto a livelli accettabili».

Ma i promotori sottolineano il grande successo e la partecipazione al programma di appuntamenti. Oggi, ultimo giorno

di Carnevale Gran Finale dalle 21 con gli Exes - a chiudere anche le polemiche - ma a questo si aggiunge che c’è grande attesa per la sfilata a Monfalcone del carro l’Arca di Noè, realizzato dalla Compagnia del Carro di Staranzano. Bisognerà aspettare sabato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori