Quotidiani locali

Vai alla pagina su Gusti di frontiera 2016
la festa

Gorizia: Gusti di frontiera, Collio protagonista

Il Comune: «Meno sagra e più festival della specialità». Saranno 372 gli standisti protagonisti dal 22 al 25 settembre

GORIZIA Gusti di frontiera 2016 vuole scrollarsi di dosso la dimensione e l’etichetta che qualcuno ha voluto darle di “grande sagra”. E punta decisa sulla qualità, sulla cultura e sul Collio che entra dalla porta principale. Le prestigiose produzioni viti-vinicole saranno, infatti, protagoniste dell’evento che punta a “raffinarsi” sempre di più.

leggi anche:

«Come sarà l’edizione di quest’anno? Manterremo e potenzieremo l’evento popolare che ne ha fatto la manifestazione più visitata e al top in Fvg - spiega il sindaco Ettore Romoli -. Nel contempo, daremo un forte impulso al “Salone del Gusto” e all’aspetto culturale. Già delineata l’organizzazione di un grande convegno sull’Enologia con premi ai produttori. Vogliamo attrarre la produzione viti-vinicola più importante: quella del Collio».

Insomma, sempre meno sagra e sempre più festival delle specialità. Saranno trecentosettantadue gli stand che animeranno “Gusti di frontiera” fra cui - novità assoluta - il Borgo Nord Europa.

leggi anche:

Un cartellone che abbraccerà i quattro giorni della manifestazione (dal 22 al 25 settembre) e che si incrocerà con le iniziative che saranno allestite anche quest’anno dall’Ersa, l’agenzia regionale per lo sviluppo rurale, che da anni ormai punta sul palcoscenico goriziano per promuovere le eccellenze del Fvg.

«La manifestazione si svolgerà nelle stesse vie e piazze dello scorso anno. Espandersi ulteriormente - spiega il sindaco - sarebbe diventato pericoloso in termini di ordine pubblico. L’obiettivo resta quello di ampliare ulteriormente il numero di visitatori. “Gusti di frontiera” è uno dei più positivi biglietti da visita della nostra città».

In prima linea nell’organizzazione della kermesse l’assessore comunale ai Grandi eventi, Arianna Bellan.

leggi anche:

«Quest’anno punteremo con ancora maggiore decisione sulla qualità delle proposte. Abbiamo selezionato per bene gli standisti, facendo in modo che cibi e prodotti siano pienamente conformi e attinenti ai borghi di appartenenza. La graduatoria, infatti, ha premiato anche l’offerta e l’aspetto del chiosco».

Dunque, è tutto pronto per la tredicesima edizione di Gusti. Che quest’anno potrà applaudire anche nomi come Alessandro Borghese, Paola Marella ed Edoardo Raspelli, tanto per citare alcuni degli ospiti che animeranno il ricchissimo calendario del Salotto del Gusto, il contenitore culturale che nei 4 giorni della kermesse proporrà showcooking, presentazioni, dibattiti e conferenze, dedicate al mondo del cibo, al lifestyle e al buon bere. Non mancherà poi la consegna del premio “Gusti di Frontiera 2016”, che sarà attribuito al critico enogastronomico italiano che meglio ha valorizzato la cultura enogastronomica e i prodotti locali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista