Quotidiani locali

In Carso 4 percorsi di Nordic walking park

Ultimi ritocchi, con la posa della cartellonistica, dalla Grande guerra ai Castellieri fino alla palude di Sablici

È di fatto ultimato il Nordic walking park, che il Comune di Monfalcone ha voluto realizzare sulle colline carsiche alle spalle della città, dove negli anni ha già creato il Parco tematico della Grande guerra. A completare l’intervento ci sarà ora solo un’ulteriore implementazione della cartellonistica, decisa in questi giorni dall’ente e la cui fornitura è stata assegnata alla ditta Stiz Alessandro di Volano (Trento) alla fine di maggio. Sono però già delineati i quattro itinerari legati a un ambito particolare del Carso monfalconese.

I quattro percorsi sono diversi per lunghezza, dislivello, difficoltà e sono affiancati da alcuni tratti di raccordo in grado di collegarli o di permettere di utilizzare punti di partenza-arrivo diversi. Quello del percorso della Grande Guerra, di 7,7 chilometri, è in ogni caso a ridosso del centro cittadino, perché il tracciato muove dal sottopasso ferroviario al termine della salita Mocenigo, accessibile alla fine di corso del Popolo e da viale San Marco. Il percorso rappresenta un collegamento diretto con il Parco tematico della Grande guerra, proponendo l’attraversamento della linea della trincea Joffre e proseguendo tra pinete e panorami che si susseguono sul golfo di Trieste fino alla Quota 77 (Sablici). Aggirata la Rocca, simbolo della città, il tracciato si ricongiunge al punto di partenza. Insomma, un percorso di grandissimo interesse storico, com’è peraltro quello “dei Castellieri”, di 4,6 chilometri, dal sottopassaggio ferroviario che porta alla salita alla Rocca sale verso le alture a ovest, procedendo alle pendici meridionali dei rilievi delle Forcate e della Gradiscata, sedi di antichi castellieri. Il percorso delle “acque carsiche”, di 8,7 chilometri, ruota attorno alle acque di superficie presenti sul Carso di Monfalcone, una rarità in un ambiente carsico. Il percorso segue quindi le acque che dal lago di Pietrarossa defluiscono verso il mare, attraversando la “palude di Sablici” fino al canale Locavaz e congiungendosi con quelle del Timavo. Il percorso del lago di Pietrarossa, di 3,6 chilometri, parte infine dal Centro visite di Pietrarossa.

La segnaletica

che indica i percorsi è quella utilizzata negli altri parchi italiani certificati dalla Scuola italiana Nordic walking, riportando la stessa grafica, caratteri e loghi. Il parco si inserisce quindi nella rete di Nordic walking park che si sta espandendo nella penisola. (la. bl.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro