Quotidiani locali

A Cervignano rotatorie in adozione

Piano del Comune per la manutenzione: la Pro loco ha scelto quella di Scodovacca

CERVIGNANO. Si chiama “Adotta una rotatoria” ed è un progetto promosso dall’amministrazione comunale cervignanese per risolvere, in modo costruttivo e sicuramente innovativo, il problema legato alla manutenzione delle opere pubbliche in tempi di crisi.

Le risorse scarseggiano e così la giunta Savino ha pensato di chiedere aiuto al mondo associativo, che conta un “esercito” di volontari pronti a mettersi al servizio della comunità.

Ogni rotatoria potrà essere adottata da uno dei sodalizi locali. Ai volontari sarà anche consentito abbellire le rotatorie, in tutto sono una decina, con un elemento caratterizzante.

La Pro loco di Cervignano ha battuto tutti sul tempo e ha adottato la rotonda di Scodovacca, una delle prime ad essere ultimata. I volontari hanno già provveduto a piantare un vigneto di refosco, simbolo della frazione cervignanese.

«In questi anni – spiega il sindaco Gianluigi Savino – sono state realizzate diverse rotatorie, una decina in tutto. Non sono poche. Anche grazie alla nuova tangenziale, la viabilità è cambiata in modo sostanziale. Ora dobbiamo pensare alla manutenzione. I Comuni hanno sempre meno risorse e giustamente i cittadini chiedono che queste opere pubbliche vengano conservate in buono stato. Per questo motivo - ha quindi osservato il sindaco Savino - abbiamo deciso di rivolgerci alle associazioni cittadine chiedendo ai volontari un coinvolgimento diretto, così come si fa per gli impianti sportivi comunali. Ogni sodalizio potrà adottare una rotatoria. La Pro loco ha scelto di prendersi cura della rotonda di Scodovacca. Provvederemo a formalizzare il tutto attraverso una delibera».

Il primo cittadino di Cervignano aggiunge: «Oltre ad effettuare la manutenzione, sarebbe bello se ogni rotatoria avesse un elemento caratterizzante. Un elemento utile a distinguerla dalle altre. Dal punto di vista turistico sarebbe sicuramente un valore aggiunto per il territorio, un bel biglietto da visita. Sono arterie molto trafficate e sono sicuro che i turisti apprezzerebbero. Si sono già mosse anche altre associazioni, oltre

alla Pro loco di Cervignano, abbiamo preso i primi contatti con il gruppo giovani di Strassoldo e con il Cai Cervignano. Questa iniziativa, a mio avviso, stimolerà anche gli altri sodalizi, che rappresentano da sempre una risorsa e una ricchezza per la nostra comunità».

Elisa Michellut

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista